Riapre la discarica di Codavolpe. Bianco: "Grazie al Ministero, ora aspettiamo Crocetta" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

"Non possiamo causare problemi ai Comuni serviti dall'impianto"

Riapre la discarica di Codavolpe. Bianco: “Grazie al Ministero, ora aspettiamo Crocetta”

3 Dicembre 2016

Il ministero dell’Ambiente ha firmato il parere necessario alla riapertura della discarica di Codavolpe, ora tocca alla Regione. Lo annuncia il sindaco di Catania Enzo Bianco che in mattinata aveva sollecitato lo stesso dicastero e la Regione a completare il complesso iter per consentire al presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta di emanare una nuova ordinanza di proroga all’impianto di trattamento dei rifiuti di contrada Codavolpe che, da stamattina, non accetta più indifferenziata e umido raccolti in vari Comuni dell’ Etna, Catania compresa.

Adesso attendiamo la definitiva ordinanza da parte della Regione. La pronta risposta del Ministero – ha detto Bianco – consente di accelerare l’ iter e di trovare una soluzione immediata, in attesa di quella definitiva che speriamo venga trovata al più presto. Non possiamo permettere che il gran numero di Comuni serviti dall’ impianto potessero andare incontro a grossi problemi. Ci auguriamo che i disservizi che i cittadini stanno affrontando in queste ore possano essere eliminati nel più breve tempo possibile“.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.