Ribera, abbattute case popolari con cemento depotenziato. L'assessore Falcone: "Giornata speciale" :ilSicilia.it
Agrigento

DOPO UN DECENNIO DI ATTESA

Ribera, abbattute case popolari con cemento depotenziato. L’assessore Falcone: “Giornata speciale”

di
29 Agosto 2019

L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone ha dato il simbolico colpo di ruspa del Governo Musumeci alle palazzine popolari di Largo Martiri di via Fani a Ribera, nell’Agrigentino. La demolizione degli edifici costruiti con cemento depotenziato, di proprietà dell’Iacp di Agrigento, si attendeva da quasi un decennio.

A luglio era statolo stesso Falcone a compiere un sopralluogo all’avvio delle operazioni di bonifica del sito, da anni nel degrado e teatro di occupazioni abusive. Presenti oggi il sindaco Carmelo Pace, il commissario Iacp Agrigento Gioacchino Pontillo, tecnici e maestranze dell’impresa esecutrice nonché le famiglie che abitavano negli stabili, in attesa delle nuove abitazioni.

Marco Falcone, Ribera
Marco Falcone, Ribera

Stiamo vivendo una giornata speciale – ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutturefino a pochi giorni fa qui c’erano spazzatura, abbandono ed emarginazione. Oggi il Governo Musumeci ha portato le attese ruspe. Avevamo detto che dopo Ferragosto sarebbe stata cancellata una delle pagine più vergognose delle politiche abitative in Sicilia, e così è stato. I 60 alloggi abbandonati sono adesso un pessimo ricordo per le famiglie sgomberate. A settembre partirà la costruzione delle nuove case, nell’ambito di un piano della Regione  da dieci milioni di euro che punta non solo a ridare un tetto a decine di persone, ma anche a riqualificare un intero quartiere si Ribera“.

Il presidente della Regione Nello Musumeci, preannunciando una sua visita a Ribera nelle prossime settimane, ha commentato: “Il Governo regionale mantiene gli impegni. Il risanamento delle palazzine di Ribera, da capitolo buio, diventerà un modello per le politiche abitative in Sicilia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.