Ricco cartellone per la XXXVI edizione delle "Orestiadi" di Gibellina :ilSicilia.it
Trapani

Teatro, musica e danza le arti protagoniste della rassegna

Ricco cartellone per la XXXVI edizione delle “Orestiadi” di Gibellina

di
23 Giugno 2017

La XXXVI edizione del Festival Internazionale delle Orestiadi, che si svolgerà dal 15 luglio al 12 agosto, sotto la direzione artistica di Claudio Collovà, presenta ancora una volta un cartellone ricco di numerosi eventi con particolare attenzione rivolta alle performance musicali.

“La nostra ricerca dedicata al teatro, alla danza e alla musica contemporanea continua – ci ha detto Claudio Collovà – . E’ sempre un lavoro d’indagine in campo nazionale ed europeo quello che ci coinvolge. La novità di quest’anno è data dal fatto che la programmazione verte molto sul dialogo tra musica e teatro, sono parecchi i concerti debitori a impianti scenici e teatrali a partire dall’apertura il 15 luglio, con “L’histoire du Soldat” di Igor Stravinskij, nella rilettura e riscrittura di Peppe Servillo, sul palco insieme ai Pathos Ensemble”.

Le performance artistiche si svolgeranno nel Terrazzo degli Ulivi e, come sempre, nello spazio compreso tra i due musei, il Baglio Di Stefano, delimitato dalla “Montagna di sale”, l’opera di Mimmo Paladino da poco riportata ai suoi colori originari.

Dopo l’apertura di Servillo si alterneranno, La Compagnia Marionettistica Fratelli Napoli, la più significativa realtà del teatro dei pupi catanese, 16 luglio, con “La tragedia di Macbeth“; Debora Brunialti e Paola Biondi, pianiste di risonanza internazionale, con il concerto “Visioni“, 18 luglio, per la regia di Enzo Caputo e con gli attori danzanti della compagnia Officina Teatro LMC di Trapani.

Giuseppe Pambieri, per la prima volta alle Orestiadi, presenterà lo spettacolo “Centomila, uno, nessuno” (19 luglio);  Andrea Cosentino, invece, sarà presente con “Not Here Not Now” (22 luglio), assolo comico sulla poetica di Marina Abramovic, e “Coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza” (21 luglio).

Ancora teatro con Vincenzo Pirrotta, accompagnato dalle musiche al vivo di Charlie Di Vita, e il suo “Binnu blues. Il racconto del codice Provenzano” (28 luglio); e poi Ersilia Lombardo e la Compagnia dell’Arpa con “Sara (2 agosto), Giuseppe Cutino e Sabrina Petix  con “Lingua di cane” (8 agosto) e l’atteso ritorno di Salvatore Cantalupo con la prima nazionale “Maledetti (5 agosto).

Non mancherà un’incursione nel rock con i progetti di Curva Minore, “Una musica reale. Omaggio a Rosa Balistreri” il 30 luglio e , insieme ad Alessandro Librio e Giuseppe Guarrella con “Archibugi plays Led Zeppelin” la sera del 23.

Oltre agli appuntamenti performativi sono molte le iniziative collaterali in programma, coordinate da Enzo Fiammetta, di cui il pubblico potrà usufruire nei locali del Museo delle Trame Mediterranee, che vedranno inaugurazioni di mostre, proiezioni e incontri.

“Essere oggi qui a presentare l’edizione numero trentasei – ha dichiarato Calogero Pumilia, presidente della Fondazione Orestiadi – è già di per sé la dimostrazione di una capacità di tenuta, di sviluppo, di mantenimento di una tradizione che si aggiorna ogni anno e che conferma le Orestiadi come faro importantissimo di cultura, di ricerca del bello e di produzione di arte nel panorama siciliano e nazionale. Abbiamo attraversato e stiamo attraversando tuttora notevoli difficoltà finanziarie ma con grande impegno di tutti stiamo uscendo da tutto ciò, rilanciando paradossalmente sulla qualità e sulla quantità di eventi proposti. In quest’ottica abbiamo realizzato una serie di convenzioni con altre istituzioni culturali della Sicilia nella logica di mettere in rete queste realtà, di rafforzarle per farle diventare interlocutrici della comunità siciliana e della politica, perchè si capisca che una delle risposte principali ai problemi dell’Isola è puntare sulle sue bellezze, sulle sue tradizioni, sulle sue capacità di innovarsi e di produzione del bello”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin