Ricette, doni e tradizioni: come si celebra la “Festa dei Morti” in Sicilia :ilSicilia.it

USANZE

Ricette, doni e tradizioni: come si celebra la “Festa dei Morti” in Sicilia

di
1 Novembre 2021

La Sicilia è una regione ricca di tradizioni, alcune risalenti a diversi anni fa. Tra le tradizioni più sentite, oltre quelle patronali, anche quella legata alle festività di Ognisanti del primo novembre e la Festa dei Morti il secondo. Quest’ultima risalente al X secolo.

Innumerevoli le tradizioni siciliane legate al due novembre, soprattutto in ambito culinario.

Da tantissimi anni, per ricordare i parenti defunti, è tradizione regalare ai più piccoli dei giocattoli o delle scarpe piene di dolciumi di ogni genere. Un modo, questo dei doni, per far ricordare ai più piccoli i parenti che non ci sono più e per avere meno paura della morte.

La tradizione narra che questi giocattoli siano dati in dono proprio dai parenti defunti.

Per quanto concerne l’aspetto culinario, esso varia da provincia a provincia. I biscotti tipici di questa festa sono i cosiddetti “crozzi i mottu (ossa di morto) o i pupatelli ripieni di mandorle tostate. Poi ancora taralli, mustazzoli, rami di meli, tetù e biscotti Reginelle.

Tipico della tradizione è “U Cannistru”, un cesto ricolmo di primizie di stagione, frutta secca, ma anche dolciumi come la frutta di martorana e i “Pupi ri zuccaru”. Quest’ultimi sono delle statuette di zucchero dipinte e che, di norma, raffigurano i Paladini o, al giorno d’oggi, anche diversi personaggi conosciuti dai più piccoli.

Ma non solo dolci, anche per il salato ci sono diverse usanze. Una su tutte è la “muffoletta”: pagnottella calda appena sfornata “cunzata“. Di norma la “muffoletta” è condita con olio, sale, pepe e origano, filetti di acciuga sott’olio e qualche fettina di formaggio primosale.

La giornata, tuttavia, non è solo una tradizione prettamente culinaria. Durante la festa dei morti, di norma, si fa visita ai propri cari al cimitero, così da tenere vivo il loro ricordo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv