20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.08
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11

Un piatto della nostra cucina povera

Ricette: panino di sarde imbottito con frittata

8 ottobre 2018

La ricetta di oggi, panino di sarde imbottito con frittata, è della mia nonna materna, donna di grande fantasia, che potrebbe essere usata come street food, visto la comodità nel mangiarla. Un tempo si riuscivano a preparare vere e proprie prelibatezze con cibi poveri e pochissimi ingredienti, come in questo caso: sarde, così chiamate perché si pescavano in abbondanza nel mare di Sardegna, e frittata. Direte voi: “Ma questo matrimonio non s’ha da fare” e, invece, credetemi durerà per tutta la vita. Andiamo subito a prepararla.

Ingredienti per 4 persone

  • Per ogni panino: 2 sarde diliscate e aperte e una frittatina della stessa grandezza
  • 4 uova
  • pecorino grattugiato
  • farina
  • pangrattato
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo

Procedimento

Fate delle frittatine sottili, sbattendo le uova con abbondante pecorino grattugiato e prezzemolo.

Diliscate il pesce, apritelo, ponete la frittatina su una sarda, come dentro un panino, e richiudete con un’altra.

Passate alla farina, all’uovo sbattuto, che avrete salato, pepato, condito con pecorino, e al pangrattato ogni panino di sarda.

Friggete in olio abbondante e, a cottura ultimata, ponete questi gustosi bocconcini su carta assorbente. Servite, abbellendo con del prezzemolo.

La nostra ricetta è pronta per essere mangiata, anzi divorata.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.