Rifiuti, a Palermo il primo centro comunale di raccolta, ma con "l'ingresso sbarrato" :ilSicilia.it
Palermo

La denuncia dell'associazione comitati civici

Rifiuti, a Palermo il primo centro comunale di raccolta, ma con “l’ingresso sbarrato”

1 Gennaio 2019

Ancora emergenza rifiuti e dunque emergenza sanitaria, infatti, l’associazione comitati civici Palermo continua a segnalare le “discariche” presenti in ogni parte della città, dal centro storico alle periferie, nessuno escluso.

Per far fronte a questa emergenza, venerdì 28 dicembre, si è tenuta una riunione a porte chiuse tra il sindaco Leoluca Orlando e i dirigenti della Rap per discutere la strategia per affrontare questa situazione così delicata, ma ancora i risultati non sono tangibili così come reclamano i palermitani da mesi.

Inoltre, sempre il 28 dicembre, è stato inaugurato il primo centro comunale di raccolta, a Palermo in viale dei Picciotti, dove dovrebbe essere possibile consegnare i rifiuti riciclabili di tutte le tipologie: carta, plastica, vetro, metallo, legno e umido e qui sarà previsto anche lo stoccaggio di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) e ingombranti e in base alle quantità conferite il cittadino riceverà uno scontrino con punti che danno diritto ad agevolazioni.

Ma proprio su questo primo centro di raccolta arrivano le lamentele dai palermitani e a segnalarle è proprio l’associazione comitati civici che riporta la denuncia di un cittadino:

Dovendo conferire dei rifiuti nell’isola ecologica di viale dei Picciotti, mi sono recato entro l’orario di apertura nel centro di raccolta, ma ho trovato l’ingresso sbarrato. Con incredulità mi sono accorto che l’orario ufficialmente pubblicato sul sito della Rap e sulla stampa locale era stato modificato in modo artigianale ed il 17 era diventato 13, senza spiegazioni…così come usa fare questa Amministrazione”.

“Roba da matti! Sono state cancellate ben quattro ore, preziose per chi lavora o abita lontano da questa isola ecologica, vanificando la reale utilità del centro“.

L’associazione, infine, chiede alle autorità competenti, “spiegazioni su questo ulteriore disservizio, che penalizza e scoraggia anche i cittadini contribuenti normalmente civili“.

 

LEGGI ANCHE:

Rifiuti ingombranti a Palermo, per Orlando potrebbe essere colpa della mafia | Video servizio

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.