Rifiuti a Palermo, Lo Voi: "Forze di polizia giudiziaria insufficienti" :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

La dichiarazione del procuratore

Rifiuti a Palermo, Lo Voi: “Forze di polizia giudiziaria insufficienti”

di
13 Maggio 2021

“Una insufficiente dotazione di risorse umane e materiali delle forze di polizia giudiziaria, che dovrebbero svolgere le attività di accertamento e le conseguenti indagini sui reati ma anche un’attività di prevenzione, che invece non compete alle procure”.

Questo, secondo il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, uno dei problemi che affliggono la lotta ai reati ambientali. Lo Voi, ascoltato in audizione alla Camera dalla commissione parlamentare di inchiesta sulle Attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, ha fornito i numeri delle carenze di organico relative alle forze dell’ordine a supporto della procura del capoluogo siciliano.

Il nucleo operativo ecologico dei carabinieri, che segue questo aspetto con grande attenzione e impegno insieme con tanti altri reati e fenomeni, copre un territorio di cinque province e nove procure, tra cui Palermo, ed è costituito solo da otto persone che difficilmente – ha aggiunto il procuratore – possono tenere sotto controllo l’area con efficacia. Lo stesso vale per l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale, ndr), che ha un personale ridottissimo”.

Tutto questo – ancora Lo Voi – comporta difficoltà negli accertamenti e nella individuazione dei reati. Uguale ragionamento per le Capitanerie di porto, che sono impegnate in questo periodo nelle attività che riguardano il contrasto e il controllo del fenomeno migratorio, così come la guardia di finanza nelle sue articolazioni marittime”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin