Rifiuti, allarme di Orlando (Anci Sicilia): "Necessario impegno tra istituzioni" :ilSicilia.it

IL COMMENTO

Rifiuti, allarme di Orlando (Anci Sicilia): “Necessario impegno tra istituzioni”

di
20 Novembre 2020

“Di fronte alla crisi della raccolta dei rifiuti già grave in alcuni comuni delle provincie di Messina, Palermo e Trapani, e che sempre più rischia di aggravarsi con la possibile imminente chiusura di altri impianti di conferimento nelle provincie orientali, la Sicilia si trova ad affrontare una emergenza gravissima che per vastità e impatto potrebbe essere senza precedenti”.

A lanciare l’allarme è Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia.

“Una crisi spiega Orlandoche ha radici lontane nelle scelte operate a livello regionale almeno dal 2000, con la totale assenza di una pianificazione di impiantistica pubblica a vantaggio di pochi e ben remunerati privati. La severità della situazione, che è aggravata dall’emergenza e a sua volta aggrava l’emergenza Covid richiede il massimo impegno e collaborazione fra tutti i soggetti istituzionali, dal livello comunale fino a quello nazionale”.

“Per questo, oggiprosegue Leoluca Orlandone ho parlato con il presidente Musumeci con il quale abbiamo condiviso la preoccupazione, ribadendo il reciproco impegno affinchè tutti gli uffici ed enti coinvolti operino con celerità nel trovare soluzioni non solo alla situazione attuale ma perchè finalmente e una volta per tutte si adottino provvedimenti risolutivi”.

Nei giorni scorsi era stato il sindaco di Carini Giovì Monteleone, a segnalare i problemi nella raccolta del prodotto indifferenziato in provincia di Palermo. Questo a seguito della chiusura dell’impianto di Alcamo, a causa della mancanza del foglio di VIA.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin