Rifiuti, balconi pericolanti, fili della luce "volanti": cosa fotografano i turisti a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

La denuncia dei residenti

Rifiuti, balconi pericolanti, fili della luce “volanti”: cosa fotografano i turisti a Palermo

9 Settembre 2018

Rifiuti, balconi pericolanti, impianti elettrici volanti questo quello che trovano i turisti percorrendo i vicoli del centro storico di Palermo. Un’altra città rispetto a quella che vedrà Papa Francesco sabato prossimo quando verrà in occasione della commemorazione della morte di padre Pino Puglisi. Infatti, quella che vedrà il Santo Padre e tutta un’altra storia, tutta un’altra Palermo, tirata a lucido per questa importante visita. Un po’ come nascondere la polvere sotto al tappeto.

vicolo-delle-traviA denunciarne il degrado è l’associazione Comitati Civici Palermo formata da liberi cittadini che insieme ad altri comitati che operano nel territorio raccontano e denunciano quotidianamente i disagi che vivono i residenti delle varie circoscrizioni: “Vicolo delle Travi, nel cuore del centro storico di Palermo, appare in tutta la sua desolazione, con palazzi fatiscenti e balconi che incutono paura. Infatti, le strutture in ferro arrugginito sembrano in procinto di crollare sui passanti, sempre più numerosi vista la presenza di tanti turisti in giro. Ne segnaliamo dunque il pericolo, che dovrebbe essere ben noto ai competenti uffici del Centro Storico, al fine di verificare e rimuovere eventuali situazioni critiche per l’incolumità dei passanti”.

via-chiappara-al-carmine-ballaròL’associazione denuncia anche un balcone pericolante in via Chiappara al Carmine in prossimità del civico 55. Per il quale chiedono l’intervento dei tecnici Comunali “per verificare se sussistono pericoli imminenti per i passanti che transitano da questa strada, provvedendo nel contempo ad adottare quelle misure necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità“.

piazza-carmine-ballaroSempre a Ballarò i cittadini che fanno parte dell’associazione segnalano in piazza Carmine “un impianto elettrico con cavi volanti, che si ritiene non a norma, necessita di essere verificato per evitare che possa arrecare danni“.

albergheriaE per concludere non possono mancare i rifiuti, un residente ha infatti inviato all’associazione delle foto che mostrano “Una vergognosa discarica di rifiuti ingombranti staziona da più di due settimane nella piazza Manfredi Baronio, quartiere Albergheria, nonostante le numerose segnalazioni“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.