Rifiuti, Gelarda: "È di nuovo emergenza a Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Rifiuti, Gelarda: “È di nuovo emergenza a Palermo”

di
29 Luglio 2021

“È di nuovo emergenza spazzatura a Palermo. Da lunedì i sindacati hanno ritirato la firma sull’accordo che prevedeva lo sforamento alle 150 ore l’anno di straordinario per i dipendenti della Rap. Il che significa che i dipendenti, in numero ormai ridotti all’osso, faranno meno straordinario. Gli effetti si vedono già, con i contenitori della spazzatura stracolmi. La risposta dell’amministrazione sarà, ancora una volta e come un mese fa, l’utilizzo di ditte private con alti costi per i cittadini, ma è invece su Rap che, in maniera strutturale, bisogna investire. Con nuove assunzioni e nuovi mezzi: autocompattatori e spazzatrici meccaniche, che sono ormai pochissimi, e nuovi Bobcat, che permetterebbero di togliere più velocemente i rifiuti che si vanno accatastando, con enormi risparmi di tempo. Stessa cosa va fatta su Bellolampo, così come abbiamo proposto come Lega a dicembre scorso, che deve diventare un polo industriale per il trattamento dei rifiuti. Allo stato attuale la Tari è un balzello per i cittadini, a fronte della quale nessun servizio o quasi viene garantito. Immaginate che adesso vogliono anche aumentarla. Prima presentino un piano serio per affrontare la problematica rifiuti e poi si potrà parlare di Tari. Ovviamente non lo farà la giunta Orlando ma se ne occuperà, e in maniera seria, la Lega insieme al Centrodestra che il prossimo anno governeranno questa città”.

Lo dichiara il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Igor Gelarda.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.