Rifiuti, il sindaco di Castelmola scrive a Musumeci: "Stop al carrozzone Ato" :ilSicilia.it
Messina

Sos anche da Gaggi, Letojanni, Mongiuffi e Gallodoro

Rifiuti, il sindaco di Castelmola scrive a Musumeci: “Stop al carrozzone Ato”

29 Ottobre 2018

“Caro presidente, abbiamo bisogno del tuo sostegno immediato perché occorre trovare in tempi brevi una soluzione alternativa alla costituzione dell’Aro Naxos, che purtroppo non può costituirsi in quanto Giardini Naxos ha intrapreso una strada alternativa”. È il messaggio che, in una nota inviata al governatore siciliano Nello Musumeci, viene lanciato dal sindaco di Castelmola, Orlando Russo sulla problematica della raccolta rifiuti nel borgo turistico e in altri Comuni del comprensorio ionico.

Dopo il periodo di gestione Ato 4, i Comuni necessitano di una soluzione risolutiva per avviare nuova gestione a fronte dell’attuale servizio di raccolta ritenuto “disastroso” e quindi bocciato dagli amministratori.

“Attualmente – scrive il sindaco Russo – il servizio di raccolta viene svolto dall’Ato 4 con pessimi risultati e con ricadute emergenziali sul territorio, con le continue comunicazioni del commissario che adduce di non essere nelle condizioni di poter svolgere un regolare servizio di raccolta per carenza di mezzi ed i tantissimi debiti che gravano sulla società”.

“Per questo, presidente chiedo l’autorevole intervento della presidenza della Regione – continua Russo rivolgendosi a Musumeci – per porre fine a questa pessima gestione dell’Ato Me4. Ti informo, altresì, che questo “carrozzone” comporta una spesa non indifferente per i Comuni facente parte, poiché occorre mantenere tre soggetti liquidatori, tre revisori dei conti, un soggetto di garanzia sul bilancio, un commissario, un direttore, per non avere nulla di positivo in cambio per le nostre comunità. Per quello che potrai fare ti rivolgo sin d’ora un ringraziamento a nome mio e dei sindaci di Gaggi (Giuseppe Cundari) Gallodoro (Filippo Currenti), Letojanni (Alessandro Costa) e Mongiuffi Melia (Rosario D’Amore)”.

“Chiediamo che non vengano creati ulteriore danni ai Comuni – conclude il primo cittadino di Castelmola – e di metterci nelle condizioni di potere fare un servizio serio per la differenziata. Con questo carrozzone non è possibile, abbiamo bisogno di un intervento urgente che consenta al nostro territorio di effettuare una raccolta rifiuti degna di essere chiamata tale“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.