Rifiuti: "In mille a rischio licenziamento". L'Fp Cgil contro la riforma Musumeci :ilSicilia.it

Buscemi: "Il testo va modificato"

Rifiuti: “In mille a rischio licenziamento”. L’Fp Cgil contro la riforma Musumeci

di
25 Giugno 2018

Dovrebbe normalizzare e rendere finalmente efficiente il settore dei rifiuti, dopo decenni di gestione emergenziale e disservizi, ed invece la riforma appena varata dalla giunta regionale, ancor prima di arrivare all’esame dell’Ars, ha scatenato critiche e polemiche di altra natura. Per la precisione di carattere occupazionale. Sì, perchè se da un lato il disegno di legge predisposto dall’Assessore Pierobon prevede un albo unico per assumere gli 11.500 precari che direttamente o indirettamente hanno lavorato per un periodo di almeno 3 anni in questo ambito prima del 2009, dall’altro mette alla porta circa un migliaio di dipendenti tra il personale amministrativo. Una perdita di professionalità e competenze che potrebbe ripercuotersi negativamente sul funzionamento del nuovo sistema.

A lanciare l’allarme è Alfonso Buscemi, segretario regionale della F.P. Cgil, con delega al comparto igiene ambientale. “La giunta –  spiega Buscemi – non tiene conto di un importante passaggio, contenuto nella bozza appena varata, che andrebbe a precludere ad una consistente parte del personale, il cui trasferimento nelle Srr non è avvenuto secondo i principi previsti per l’assunzione negli enti pubblici, il transito nel nuovo organismo. E questo perché, l’esecutivo Musumeci – sottolinea Buscemi – ha deciso di non considerare la futura struttura come società partecipata, ma di attribuire alla stessa una precisa connotazione di diritto pubblico, scaricando di fatto questo nutrito gruppo di dipendenti”.

Una questione relativa allo status giuridico degli enti deputati alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti che ha delle ricadute sul destino di questi lavoratori. “Parliamo di risorse umane e professionali – precisa Buscemi – le quali, da oltre 10 anni, offrono la loro preziosa e qualificata attività nelle Srr, maturando di fatto un’esperienza che ha superato certamente il limite rappresentato dalla selezione pubblica”.

Il testo va dunque opportunamente e responsabilmente modificato – evidenzia Buscemi – altrimenti si produrrebbe un’emorragia occupazionale in un solo colpo, senza precedenti”. L’Fp Cgil, inoltre, contesta il mancato coinvolgimento delle parti sociali nella definizione di una riforma così importante. Pertanto chiede “un urgente incontro sia all’Assessore che alla Commissione di merito per affrontare le criticità previste nel Ddl”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin