Rifiuti, l'Asael: "Serve una riforma con urgenza, costi insostenibili per i siciliani" :ilSicilia.it

Lo dice Matteo Cocchiara

Rifiuti, l’Asael: “Serve una riforma con urgenza, costi insostenibili per i siciliani”

di
12 Novembre 2019

“La politica prenda atto con urgenza che la Sicilia ha bisogno di una riforma del sistema dei rifiuti. È necessario dare ai comuni gli strumenti per tirarsi fuori da una voragine debitoria e, al tempo stesso, per gestire al meglio un problema che finora ha danneggiato l’immagine dell’Isola”. Ad affermarlo è il presidente dell’Asael, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, Matteo Cocchiara, in vista della ripresa dei lavori dell’Assemblea regionale siciliana sul ddl di riforma della gestione integrata dei rifiuti.

Matteo Cocchiara

“L’avvio del dibattito a Sala d’Ercole ha evidenziato poca consapevolezza sull’importanza, quasi vitale, della riforma di un sistema che non riesce più a rispondere alle esigenze del territorio”, aggiunge Cocchiara, secondo cui la precedente legge 9 del 2010 “ha rappresentato un vero fallimento” dal momento che “non è stata applicata nel suo complesso in quasi dieci anni”.

Cocchiara poi prosegue: “L’attuale sistema non può continuare ad accumulare costi insostenibili per i cittadini che pagano le tasse. Gli sforzi per la raccolta differenziata, inoltre, vengono resi pressoché inutili da una impiantistica insufficiente. Il risultato – conclude il presidente dell’Asael – è lo scarico di questi problemi sulla fiscalità locale e sulle amministrazioni comunali che sono ormai al collasso”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.