Rifiuti, Marino: "Bellolampo è in pre-emergenza, il Comune deve dare servizi ma i cittadini devono collaborare" :ilSicilia.it
Palermo

conferenza stampa di Legambiente all'Ars.

Rifiuti, Marino: “Bellolampo è in pre-emergenza, il Comune deve dare servizi ma i cittadini devono collaborare”

di
23 Gennaio 2018

La situazione della discarica di Bellolampo è pre-emergenziale. Per fortuna conferiscono solo Palermo e Ustica e non tutti gli altri Comuni della provincia. La situazione della sesta vasca è ai limiti di capienza. Abbiamo condiviso con la Regione un percorso che dovrebbe garantire la durata della sesta vasca, il che consentirebbe la creazione della settima vasca. Se la città di Palermo entrasse in emergenza ci sarebbero effetti devastanti sull’economia e sul turismo”. Lo ha detto l’assessore comunale all’Ambiente, Sergio Marino a margine di una conferenza stampa di Legambiente all’Ars.

“La possibilità di mantenere in vita la sesta vasca di Bellolampo è più concreta se arriveranno al presidente Musumeci i poteri speciali conferiti da Roma. Io condivido l’idea di Legambiente di fare la raccolta differenziata porta a porta. Ma guarderei il problema dei rifiuti in maniera più ampia partendo dal rifiuto prima che diventi rifiuto. A Palermo c’è il problema della migrazione dei rifiuti”, ha continuato Marino.

“Dai Comuni limitrofi al capoluogo dove si fa la differenziata arrivano i rifiuti indifferenziati, perché i cittadini li portano in città. Molti cittadini dei comuni vicini odiano fare la differenziata prendono il sacchetto, lo mettono in auto e lo portano a Palermo”, ha aggiunto Marino.

Sempre a margine della conferenza stampa di Legambiente Marino fornisce dei dati sul porta a porta in città: A Palermo nell’area dove si fa la raccolta porta a porta oggi si arriva a un massimo del 16% di differenziata. Il problema vero è quello di sensibilizzare i siciliani alla raccolta differenziata, un problema che deve essere risolto al livello regionale. Se mettessimo il porta a porta in tutta la città i valori della differenziata arriverebbero oggi a un massimo del 30%, non raggiungerebbero mai il 60%”, perché c’è un problema di mancanza di sensibilità dei cittadini”.

Il Comune deve dare servizi ma i cittadini devono produrre meno rifiuti e riciclare. Se si parla di economia circolare, questa deve partire dalle abitazioni delle persone. La soluzione sarebbe la sorveglianza dei contenitori nei condomini, ma per farla ci vuole un esercito di vigili urbani che non abbiamo – ha aggiunto Marino -. Per questo noi chiediamo alle associazioni come Legambiente di fare campagne di sensibilizzazione”.

E ha concluso: “Fare la raccolta porta a porta costa di più perché ci vogliono più mezzi e più operai che la Rap non ha. Il sindaco firmerà una nuova direttiva, a breve, per riorganizzare la Rap e migliorare la raccolta porta a porta”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Una via per Franca Florio

La vita di Franca Florio, fatta di discese ardite e dure risalite è una grande storia, la fortuna, la sfortuna, la ricchezza, la povertà, la felicità, il dolore, si mischiano in quello che è un romanzo più romanzo di ogni pagina immaginata.

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.