Rifiuti Palermo: Assopirec, “Al fianco della Rap per tornare alla normalità” :ilSicilia.it
Palermo

Raccolte 120 tonnellate in 3 notti

Rifiuti Palermo: Assopirec, “Al fianco della Rap per tornare alla normalità”

14 Agosto 2018

“Siamo al fianco della Rap e del suo presidente Giuseppe Norata per dare il nostro contributo al problema rifiuti, affinchè la raccolta degli ingombranti a Palermo possa ritornare alla normalità. In tre notti, grazie al lavoro svolto dalla Brugnano Srl e da altri partner, tutti associati Assopirec, sono state raccolte 120 tonnellate, l’equivalente in termini di volume di 600 metri cubi. Una quantità enorme, per dare il senso potremmo immaginare una strada come via Ruggero Settimo, larga 5 metri e lunga 420, completamente coperta da 1 metro di rifiuti”. Lo dice Gaetano Rubino, presidente di Assopirec, l’associazione che in Sicilia raggruppa la maggior parte delle piattaforme di recupero.

“Ci tengo a sottolineare – aggiunge  – che si tratta non solo di un servizio a costo zero per la Rap, ma che addirittura consente alla società del Comune di liberare risorse ed energie da utilizzare in altri tipi di servizi, come ad esempio la raccolta dei rifiuti solidi urbani”.

norata rap rifiuti palermo“Abbiamo, infatti, risposto – spiega Rubino – con grande spirito di collaborazione all’invito che ci è stato fatto dal presidente Norata di dare una mano in questo momento di emergenza, assumendoci gli oneri della raccolta e del trasporto presso le nostre piattaforme, poiché queste operazioni vengono svolte con il nostro personale e i nostri mezzi”.

“Pensiamo di continuare con gli interventi notturni per un’altra settimana circa – conclude – e comunque fino a quando ce ne sarà l’esigenza. Questa esperienza è un esempio virtuoso e positivo di collaborazione pubblico-privato che produce risultati e risparmi, che da soli né il pubblico e né il privato potrebbero ottenere. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla volontà e all’apertura di una persona esperta e competente come il dottor Norata”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.