Riforma Pubblica amministrazione, Ella Bucalo ( Fdi): " E' antidemocratica" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Riforma Pubblica amministrazione, Ella Bucalo ( Fdi): ” E’ antidemocratica”

di
4 Agosto 2021

“Contratti di tipo subordinato a tempo determinato, a 36 mesi, rinnovabili e con scadenza a dicembre 2026. Un ‘pannicello caldo’ al precariato storico, una sorta di ‘simil-precariato’ o ‘para-assunzione’, quella proposta dalla riforma Brunetta alla Pubblica amministrazione. Si risolve in questo, di fatto, un provvedimento nato con l’obiettivo di rafforzare, attraverso misure urgenti, la capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni. Misure funzionali all’attuazione del PNRR e per l’efficienza della giustizia. Si risolve in una riforma antidemocratica”, così la parlamentare di Fratelli d’Italia, Ella Bucalo, che aggiunge: “La nuova tipologia contrattuale che sarà applicata per la prima volta dalla pubblica amministrazione mostra grandi lacune. La prima è già nell’obiettivo: “i contratti a tempo determinato, 36 mesi, sono rinnovabili in relazione al raggiungimento degli obiettivi del Piano da parte delle amministrazioni assegnatarie dei progetti”. Ma chi li fissa e chi li controlla gli obiettivi? Ed ancora: chi accetterebbe un contratto dove in modo unilaterale si fissano obiettivi senza prevedere una valutazione terza? E’ la prima volta – conclude la deputata di Fdi –  che contratti di questo tipo vengono previsti per livelli amministrativi e professionali più bassi. Tutto ciò non fa altro che creare ulteriori elementi di precarizzazione in un settore dove il precariato rappresenta una delle principali piaghe della nostra società” .

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin