Rigenerazione urbana: dal governo nazionale contributi per i Comuni sopra i 15 mila abitanti :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

l'annuncio

Rigenerazione urbana: dal governo nazionale contributi per i Comuni sopra i 15 mila abitanti

di
11 Aprile 2021

Fino al 4 giugno i Comuni sopra ai 15 mila abitanti, non capoluogo di provincia, ed i comuni capoluogo di provincia o sede di città metropolitana, possono chiedere contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana: un’opportunità, dati Istat sulla popolazione alla mano, per Palermo (contributo massimo ottenibile 20 milioni di euro), ma anche per Bagheria (10 milioni) e poi Monreale, Villabate, Carini, Partinico e Termini Imerese (5 milioni)”. Lo dice Giuseppe Sciarabba, presidente dell’Agenzia di sviluppo del Mezzogiorno, snocciolando il decreto del ministero dell’Interno pubblicato sulla Gazzetta ufficiale l’8 aprile 2021.

La misura ha l’obiettivo di ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché di migliorare la qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale attuando le disposizioni dell’articolo 4 del decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) del 21 gennaio 2021, di concerto con i ministeri dell’Economia, dell’Interno e delle Infrastrutture.

Le amministrazioni comunali – precisa Sciarabba – possono fare richiesta di contributo per uno o più interventi per il triennio 2021-2023 solo per la realizzazione di singole opere pubbliche o insiemi coordinati di interventi pubblici anche compresi nell’elenco delle opere incompiute. In particolare, interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse collettivo, anche compresa la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle aree pertinenti. E ancora, per il miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche con interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero per la promozione delle attività culturali e sportive. In ultimo, per progetti legati alla mobilità sostenibile. Le richieste – aggiunge Sciarabba – possono essere inoltre finalizzate, oltre che per la realizzazione dell’opera, anche per le spese di progettazione esecutiva qualora siano comprese nel quadro economico dell’opera che si intende realizzare“.

La richiesta di contributo deve essere presentata al ministero dell’Interno (Direzione centrale della finanza locale) esclusivamente in modalità telematica, tramite la nuova Piattaforma di Gestione delle Linee di Finanziamento (GLF), integrata nel sistema di Monitoraggio delle Opere Pubbliche (MOP) di cui al decreto legislativo 229/2011. La trasmissione deve effettuarsi, a pena di decadenza, entro le ore 23.59 del 4 giugno 2021 e può essere inoltrata tutti i giorni dalle 8 alle 20, inclusi festivi.

“Per la validità della domanda – conclude Sciarabba – i Comuni devono trasmettere l’istanza munita della sottoscrizione, mediante firma digitale, del rappresentante legale e del responsabile del servizio finanziario. Eventuali rettifiche di dati di domande già inviate prima della scadenza del termine possono essere effettuate con un ulteriore invio, ma l’ente dovrà ritirare la precedente istanza prima di poter trasmetterne una nuova”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco