Rinnovamento centro storico di Partinico, Samonà: "Importante intervento di riqualifica" :ilSicilia.it
Palermo

SARÀ VOLANO PER IL RILANCIO DELLE ECONOMIE LOCALI

Rinnovamento centro storico di Partinico, Samonà: “Importante intervento di riqualifica”

di
1 Febbraio 2021

Il centro storico di Partinico, in provincia di Palermo, sarà interessato da un importante intervento di riqualificazione urbana che cambierà completamente l’immagine della città, restituendo omogeneità ed eleganza.

Il progetto, finanziato dall’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana con fondi POC 2014/2020 per 5.398.000,00 di euro, riguarderà Corso dei Mille e le aree circostanti che costituiscono l’insediamento più antico e caratterizzante del centro storico cittadino.

Il Corso dei Mille, una delle prime opere pubbliche realizzate a Partinico, costituisce l’arteria principale e più antica del paese attorno alla quale l’abitato si è espanso nel tempo.

I LAVORI

Google MapsIl Corso, che ancora oggi costituisce il nucleo dello sviluppo socio-economico del centro urbano, al momento della sua realizzazione avvenuta nella seconda metà dell’800, comportò impegnative opere di livellamento che hanno riportato a livello gibbosità e depressioni che caratterizzavano il percorso.

L’intervento finanziato riguarderà anche la realizzazione dell’impianto di illuminazione pubblica e il recupero del verde urbano.

In particolare, per quanto riguarda gli interventi sulle strade saranno rimosse le superfetazioni sul manto di asfalto esistente e sarà ripristinato l’originale basolato in pietra Grigia di Billiemi, che all’origine era stato collocato a lisca di pesce.

Si tratta dunque di un intervento di riqualificazione e rigenerazione urbana dal forte contenuto culturale, perché permetterà la rilettura di un’area storica coerente e conforme all’identità dei luoghi.

Verranno, infatti, recuperati e garantiti i tipici accessi carrabili (Passi Carrai) e i raccordi, ridefinite le aiuole degli alberi con apposizione di griglie in ghisa per ridurre le barriere architettoniche, rifatta la toponomastica che oggi si presenta con vecchie targhe, che saranno sostituite con nuove in metallo verniciato. Sarà recuperata, inoltre, la numerazione dei fabbricati, un tempo realizzata da un biscotto di argilla molto spesso di forma ottagonale con la superficie smaltata di bianco e la bordura e il numero in colore azzurro intenso.

Gli interventi riguarderanno in particolare il Corso dei Mille, nel tratto che si estende dalla Piazza Garibaldi alla Piazza antistante la Chiesa di San Giuseppe, piazza Duomo, piazza Verdi, via V.E. Orlando, via Capo dell’Acqua con la piazzetta sita alla loro confluenza, la piazza denominata l’Antica Pescheria e le vie retrostanti e Piazza Garibaldi.

Google Maps

L’intervento sarà completato dall’introduzione di elementi di arredo scelti in coerenza con lo stile architettonico dei luoghi e da opere di miglioramento complessivo del verde pubblico nelle zone interessate dai lavori, soprattutto nell’area adiacente ai quattro angoli della Fontana e in Piazza Garibaldi dove i quattro alberi storici di Ficus Microcarpa, registrati dalla Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Palermo, saranno sottoposti ai necessari interventi di manutenzione e abbellimento.

LE PAROLE DELL’ASSESSORE SAMONÀ

Il centro storico di Partinico – sottolinea l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà si presenta in maniera disomogenea e disarmonica, riducendo al minimo il proprio potenziale attrattivo“.

Come spesso accade, infatti – aggiunge Samonà –, tutto il centro è stato interessato negli anni da interventi occasionali e disarticolati che non hanno tenuto conto delle caratteristiche dei luoghi, lasciando molte cicatrici nel territorio“.

Il finanziamento – conclude –, che si innesta in una politica di recupero filologico e di valorizzazione dei centri storici cittadini portata avanti dal Governo Musumeci, intende incidere sull’estetica complessiva del paesaggio urbano, restituendo gradevolezza e attrattività anche per il recupero della cultura e della storia dei luoghi, quale volano per il rilancio delle economie locali“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin