18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.32
Taormina

Nuove bordate sul restauro geoambientale

Ripascimento di Isolabella: il WWF si appella al Ministro Costa per fermare il progetto

16 Agosto 2018

Il WWF prende posizione contro il discusso progetto di restauro geoambientale di Isolabella che il Ministero dell’Ambiente ha dato disponibilità a finanziare sostenendo intanto i costi per la progettazione degli interventi. Dopo il no di Legambiente e le perplessità espresse dal Comune di Taormina, interviene sul caso anche l’ex ente gestore di Isolabella, che dal 1998 al 2006 gestiva la Riserva Naturale Orientata (ora affidata al Cutgana).

“Egregio sign. Ministro – si legge nella nota inviata dal WWF al Ministro Sergio Costa e alla Regione Sicilia (nonchè al Comune di Taormina e al Cutgana)intendiamo esprimere il nostro più fermo dissenso per l’intervento di ripascimento della spiaggia antistante l’isolotto, intervento previsto tra le opere di riqualificazione della zona e finanziabili dal Ministero per un importo di 2 milioni e 900 mila euro. La nostra opposizione a questa presunta riqualificazione si basa su motivi sostanziali sia in relazione ai valori ambientali dell’area sia rispetto alla procedura attualmente in essere. Il WWF può dimostrare che nessun processo erosivo ha interessato la baia di Isolabella che è caratterizzata da acque poco profonde, da ciottoli e blocchi che costituiscono l’ambiente naturale della zona. All’interno della baia è poi presente la Posidonia Oceanica, una specie protetta che sarebbe inevitabilmente danneggiata dall’eventuale modifica della geomorfologia del luogo con un’alterazione grave e significativa dell’ecosistema esistente. Il regolamento della Riserva vieta qualunque modifica del litorale che contrasti con la naturalità dei luoghi. Gli interventi che possono avere incidenza su un sito Natura 2000 devono essere preventivamente sottoposti a specifica procedura di valutazione di incidenza e non risulta al Wwf tale procedura per le opere che sono oggetto di questo finanziamento anche perché vietato dal citato regolamento”.

Secondo il WWF, se si dovesse procedere con il progetto in questione “l’altamente probabile variazione del flusso delle acque, a seguito di tali opere di ripascimento, potrebbe arrecare danni di assoluto rilievo sull’istmo dell’Isolabella, compromettendone sia il caratteristico aspetto paesaggistico che i valori naturalistici presenti nella Riserva classificata come “Zona A”. Inoltre “la spiaggia subirebbe un totale snaturamento inammissibile in un’area di tale valore e vincolata e tutelata”.

In conclusione, per il WWF le opere in oggetto sarebbero finalizzate solo ad incrementare le attività antropiche, soprattutto turistiche, con aumento di impatti ambientali che andrebbero invece contenuti e gestiti in modo più sostenibile. La richiesta del WWF è, quindi, quella di destinare le risorse programmate ad altre problematiche esistenti nello stesso territorio, più urgenti e più necessarie, che non comportano nessun danno agli ecosistemi naturali di un’area diventata un simbolo internazionale di bellezza”.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.