Riqualificazione della Zisa a Palermo, Teresi: "Siamo riusciti a riunire una piazza divisa da tempo" :ilSicilia.it
Palermo

parla il presidente della V circoscrizione

Riqualificazione della Zisa a Palermo, Teresi: “Siamo riusciti a riunire una piazza divisa da tempo”

13 Ottobre 2019

La Zisa riprende il suo continuo lavoro di riqualificazione con l’abbatimento delle barriere che da anni dividono in due piazza Zisa, rendendo scomodo e impraticabile il passaggio dei cittadini della zona, ma anche dei turisti che arrivano nel quartiere, curiosi di ammirare le bellezze storiche e artistiche che la Zisa offre“, spiega Fabio Teresi, presidente della quinta circoscrizione di Palermo, che ha ideato il progetto e che aggiunge – Finalmente liberiamo i cittadini della Zisa da questo tappo insopportabile. Per fare meno di 100 metri, si è costretti a fare diversi chilometri, ed è una cosa assurda e ormai inaccettabile. Un problema che riguarda non solo i cittadini ma anche i turisti”.

Fabio Teresi

Fino a ieri, con i cancelli dei giardini chiusi, non era possibile accedere all’ingresso principale del castello. Dopo anni finalmente siamo riusciti a rendere il tutto più semplice riunendo una piazza divisa da tempo. Andiamo avanti consapevoli che opere di questo tipo renderanno la vita agli abitanti più semplice e la vivibilità del nostro quartiere più soddisfacente“, prosegue il presidente della V circoscrizione.

I lavori sono affidati al Coime, prevedono un costo di 35 mila euro e saranno ultimati nel giro di due settimane. In programma la realizzazione di adeguate protezioni dei giardini, il ripristino delle persiane e tanti altri miglioramenti. Teresi si muove verso una riqualificazione della zona che vive quotidianamente, con una prospettiva più ampia: “voglio unire tutti i quartieri in una Palermo bella da vedere e da vivere, senza barriere di alcun genere“, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.