Riqualificazione urbana: una nuova strada con un'area giochi a piazza Magione a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

l'inaugurazione il 26 ottobre

Riqualificazione urbana: una nuova strada con un’area giochi a piazza Magione a Palermo

14 Ottobre 2019

Il percorso di riqualificazione urbana e di inclusione sociale a piazza Magione prosegue e il 26 ottobre, nell’ambito dell’iniziativa “Piazza Magione Bene Comune” inaugureremo insieme ad Handala e alle altre realtà sociali impegnate nel quartiere, alla scuola Amari-Ferrara-Roncalli e al Comune di Palermo la nuova strada davanti al plesso Ferrara, arricchita da una nuova area giochi. Un’iniziativa nata dal basso per sottrarre spazio all’incuria e all’illegalità, oltre che per rimarginare condizioni di degrado e di povertà.

Anche questo traguardo è frutto di un lavoro di squadra tra realtà sociali, scuola e istituzioni, così come è stato per l’area giochi della piazza, nata da una progettazione partecipata e realizzata nel 2016 grazie ad una raccolta fondi civica. Un intervento da cui nel corso degli anni si sono generate, dentro e fuori la piazza, attività di inclusione sociale che portiamo avanti con i ragazzi e le famiglie del quartiere.

Da diversi anni, pur non allentando il gravoso impegno di aiutare chi si oppone alle estorsioni, cerchiamo di fare la nostra parte per rimuovere le sacche di degrado sociale e di povertà che investono la città. Per questa ragione operiamo a piazza Magione anche con quanti vivono situazioni difficili. Figli di chi non ha un lavoro e a volte nemmeno una casa. Figli di questa città.

Lo spirito dell’ulteriore intervento di riqualificazione urbana, anche questo frutto di donazioni dei cittadini oltre che dell’apporto del Coime, i valori e le attività che animano nel corso dell’anno piazza Magione e coinvolgono il quartiere, saranno cornice e cuore di “Piazza Magione Bene Comune”.

Una due giorni, il 26 e 27 ottobre, che vedrà protagonisti commercianti della nostra rete di consumo critico, ma soprattutto cittadini, famiglie, studenti, insegnanti, comitati, associazioni e istituzioni impegnate nel quartiere.

Anche in occasione di questa iniziativa conteremo sulla partecipazione di alcune delle realtà impegnate con noi nel quartiere, come Handala, Booq, Baskin, la Scuola Amari-Ferrara-Roncalli, Casa di Paolo, Centro Danilo Dolci, con le quali durante l’anno condividiamo percorsi di inclusione sociale assieme a ragazzi e diverse famiglie di piazza Magione.

Ma il programma sarà arricchito anche della presenza di Stefania Petyx e Totò Schillaci oltre che da altre realtà come il Teatro Massimo con la Massimo Kids Orchestra, il Coni, l’Aeroclub Boccadifalco e la Lega navale Palermo Centro, con cui, nel corso dell’anno e assieme ai ragazzi, portiamo avanti tante attività di inclusione sociale, dentro e fuori la piazza.

Ma oltre agli amici di sempre, avremo per l’occasione anche la partecipazione e il contributo del laboratorio Zen Insieme, del centro aggregativo San Giovanni Apostolo-Cep, di Circ’opificio, del Teatro Ditirammu, della Bottega delle percussioni e di Palermo anima folk che animeranno piazza Magione.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.