Risanamento a Messina: entro Natale la consegna dei primi alloggi :ilSicilia.it
Messina

a fine anno la prima svolta all’Annunziata

Risanamento a Messina: entro Natale la consegna dei primi alloggi

di
30 Ottobre 2018

L’Amministrazione del sindaco Cateno De Luca stringe i tempi a Messina per le procedure del piano di risanamento in riferimento all’atavica questione delle baracche. Si è tenuta nelle scorse ore a Palazzo Zanca la conferenza di servizi, alla presenza del vicesindaco Salvatore Mondello e del presidente di A.RIS.ME. Marcello Scurria, nel corso della quale sono state affrontate le problematiche relative alle utenze per le 96 nuove abitazioni di Camaro Sottomontagna (46) e del villaggio Matteotti all’Annunziata (50).

Al tavolo tecnico hanno preso parte l’ingegnere comunale Armando Mellini, con funzione di segretario della conferenza; il dirigente il dipartimento Patrimonio, Calogero Ferlisi, insieme ai responsabili di servizi, Renata Bertuccini e Carmelo Miuccio; per il dipartimento Politiche del Territorio, Alessandro Visalli; per il dipartimento Edilizia Privata, Danilo De Pasquale; per il Genio Civile, Salvatore Cimino e Antonio Santamaria; per Iacp, Antonio Danzè; e per la E-distribuzione, Nicola Salvo e Salvatore Saporito.

L’ufficio del Genio Civile, relativamente agli allacci e specificatamente al posizionamento della cabina elettrica dell’intervento Annunziata – Matteotti, ha segnalato che il progetto presentato da parte di E-distribuzione non risulta completo in quanto mancante della parte relativa al tracciato interno dell’area di cantiere e dell’area di posa della cabina. L’ing. Visalli ha comunicato che per quanto attiene la competenza ambientale è sufficiente predisporre una dichiarazione congiunta ai sensi dell’art.3 D.A. 30/3/2007. L’arch. De Pasquale ha fatto rilevare che l’installazione della cabina prefabbricata è soggetta semplicemente a CILA (comunicazione inizio lavori asseverata).

Al fine di superare le criticità indicate, il vicesindaco Mondello ed il Presidente di Arisme, sulla scorta della lettura del dispositivo normativo, hanno chiesto al Genio Civile di rilasciare un parere preventivo/provvisorio per poter adempiere alla realizzazione delle opere (cabina elettrica e relativi allacci) propedeutiche alla assegnazione degli alloggi. Quanto sopra anche in considerazione dell’urgenza di procedere con l’azione di risanamento. Per quanto riguarda Camaro Sottomontagna gli allacci (gas e luce) risultano essere completati, pertanto presumibilmente gli alloggi potranno essere assegnati a partire dalla prima metà di novembre, ciò compatibilmente con la consegna, da parte delle imprese appaltatrici, dei certificati di conformità degli impianti, necessari per il rilascio dell’agibilità. Relativamente agli alloggi all’Annunziata, tutti i presenti si sono impegnati a raggiungere l’obiettivo della consegna entro Natale.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin