Risanamento a Messina: vertice a Palazzo Zanca con Falcone :ilSicilia.it
Messina

summit tra la Giunta De Luca e l'assessore regionale

Risanamento a Messina: vertice a Palazzo Zanca con Falcone

di
16 Settembre 2019

“E’ stata una riunione operativa proficua oggi a Palazzo Zanca sul risanamento a Messina, perché ha permesso di definire alcune procedure che nel tempo si erano rallentate per mancanza di chiarezza, imprimendo quindi un’ulteriore accelerazione a quelle che sono le vari fasi nell’ambito del risanamento. Siamo particolarmente soddisfatti dell’esito dell’incontro che consente di compiere un passo decisivo verso un obiettivo principale del programma dell’Amministrazione comunale”.

E’ quanto hanno dichiarato il sindaco Cateno De Luca e il vicesindaco e assessore al Risanamento Salvatore Mondello, a conclusione dell’odierna conferenza di servizi tenutasi a Palazzo Zanca, alla quale ha preso parte l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, ed inoltre il presidente di A.RIS.ME. Marcello Scurria insieme ai componenti del CdA Alessia Giorgianni e Giuseppe Aveni e all’architetto Grazia Marullo per la parte tecnica, il dirigente del dipartimento regionale Infrastrutture e Trasporti Gaetano Ciccone, il commissario straordinario IACP Leonardo Santoro, insieme al direttore Maria Grazia Giacobbe e al dirigente tecnico Calogero Punturo.

“La riunione – hanno proseguito il sindaco De Luca e il vicesindaco Mondello si è articolata su tre macroaree. La prima ha riguardato la cessione delle aree da IACP ad A.RIS.ME.. Si è riscontrato che IACP è pronto al trasferimento e già oggi ha prodotto tutto il materiale necessario al passaggio che sarà soggetto a sopralluoghi tecnici in contraddittorio con rappresentanti di IACP, Comune e A.RIS.ME., al fine di verificare lo stato di consistenza delle aree da cedere, che ammontano a circa 230 mila mq. sui 280 mila complessivi delle aree destinate al risanamento”. 

“La seconda parte ha interessato le procedure in corso e quindi una serie di richiami relativi al contenzioso eventualmente in atto con IACP e alle procedure di trasferimento delle fasi progettuali o di cantiere in itinere e quindi tutte le attività da mettere in campo necessarie per il normale svolgimento soprattutto in considerazione del trasferimento da IACP ad A.RIS.ME.”. 

“Il terzo punto – concludono De Luca e Mondello – è stato quello relativo alle procedure di assegnazione di somme per l’acquisto dei primi cento immobili per i quali sono già state effettuate le valutazioni tecnico-economiche da parte degli esperti esterni e della commissione di valutazione generale. La procedura prevederà nei prossimi giorni un trasferimento di tutto il materiale alla Regione che farà una valutazione di carattere tecnico-economica per poi procedere al finanziamento, cui seguirà l’acquisto reale e la successiva assegnazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin