Risanamento a Messina: vertice a Palazzo Zanca con Falcone :ilSicilia.it
Messina

summit tra la Giunta De Luca e l'assessore regionale

Risanamento a Messina: vertice a Palazzo Zanca con Falcone

di
16 Settembre 2019

“E’ stata una riunione operativa proficua oggi a Palazzo Zanca sul risanamento a Messina, perché ha permesso di definire alcune procedure che nel tempo si erano rallentate per mancanza di chiarezza, imprimendo quindi un’ulteriore accelerazione a quelle che sono le vari fasi nell’ambito del risanamento. Siamo particolarmente soddisfatti dell’esito dell’incontro che consente di compiere un passo decisivo verso un obiettivo principale del programma dell’Amministrazione comunale”.

E’ quanto hanno dichiarato il sindaco Cateno De Luca e il vicesindaco e assessore al Risanamento Salvatore Mondello, a conclusione dell’odierna conferenza di servizi tenutasi a Palazzo Zanca, alla quale ha preso parte l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, ed inoltre il presidente di A.RIS.ME. Marcello Scurria insieme ai componenti del CdA Alessia Giorgianni e Giuseppe Aveni e all’architetto Grazia Marullo per la parte tecnica, il dirigente del dipartimento regionale Infrastrutture e Trasporti Gaetano Ciccone, il commissario straordinario IACP Leonardo Santoro, insieme al direttore Maria Grazia Giacobbe e al dirigente tecnico Calogero Punturo.

“La riunione – hanno proseguito il sindaco De Luca e il vicesindaco Mondello si è articolata su tre macroaree. La prima ha riguardato la cessione delle aree da IACP ad A.RIS.ME.. Si è riscontrato che IACP è pronto al trasferimento e già oggi ha prodotto tutto il materiale necessario al passaggio che sarà soggetto a sopralluoghi tecnici in contraddittorio con rappresentanti di IACP, Comune e A.RIS.ME., al fine di verificare lo stato di consistenza delle aree da cedere, che ammontano a circa 230 mila mq. sui 280 mila complessivi delle aree destinate al risanamento”. 

“La seconda parte ha interessato le procedure in corso e quindi una serie di richiami relativi al contenzioso eventualmente in atto con IACP e alle procedure di trasferimento delle fasi progettuali o di cantiere in itinere e quindi tutte le attività da mettere in campo necessarie per il normale svolgimento soprattutto in considerazione del trasferimento da IACP ad A.RIS.ME.”. 

“Il terzo punto – concludono De Luca e Mondello – è stato quello relativo alle procedure di assegnazione di somme per l’acquisto dei primi cento immobili per i quali sono già state effettuate le valutazioni tecnico-economiche da parte degli esperti esterni e della commissione di valutazione generale. La procedura prevederà nei prossimi giorni un trasferimento di tutto il materiale alla Regione che farà una valutazione di carattere tecnico-economica per poi procedere al finanziamento, cui seguirà l’acquisto reale e la successiva assegnazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.