20 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.09
Messina

summit sull'emergenza baracche

Risanamento Messina, Musumeci convoca De Luca: “E’ una battaglia di civiltà”

23 Gennaio 2019

“Tra qualche giorno organizzerò un incontro a Palermo con il sindaco di Messina e i vertici di Arisme e con il Dipartimento alle Infrastrutture per programmare le risorse già disponibili. Bisogna passare dalle parole ai fatti”. Così il presidente della Regione, Nello Musumeci, prende posizione sulla questione delle baracche di Messina e sulla necessità di stringere i tempi per le procedure di risanamento. “Per troppi anni si è fatto finta di niente – evidenzia Musumeci -. Togliere le baracche dopo 100 anni è una battaglia di civiltà che possiamo e dobbiamo affrontare con la massima risolutezza”.

“Noi non avevamo chiesto soldi al Governo nazionale – afferma sull’argomento il sindaco di Messina, Cateno De Luca – ma la possibilità, attraverso il riconoscimento dello stato di emergenza, di semplificare le procedure per operare con maggiore rapidità e incisività a fronte di un grave problema che si protrae da oltre 100 anni. Nei cassetti della Regione ci sono 42 milioni fermi da quasi 28 anni e ci sono altri 83 milioni che erano stati tolti e vanno restituiti, ed inoltre 45 milioni erano stati da me sbloccati per Messina nel periodo in cui ero deputato. Devo ringraziare il presidente Musumeci per il suo impegno concreto e fattivo su questa emergenza, perché con il suo supporto abbiamo costituito l’Agenzia per il Risanamento e stiamo andando avanti in piena sinergia, mentre il Governo e i ministri che avevano preso impegni ci hanno lasciati da soli”.

Stando alle stime fatte dal primo cittadino di Messina, per risolvere l’atavica emergenza delle baracche occorreranno circa 200 milioni di euro, di cui 20 circa li ha reperiti il Comune di Messina, mentre la Regione Siciliana contribuirà per la rimanente parte. Ammontano a 60 milioni le attuali economie, mentre 80 milioni circa sono le somme secondo De Luca “illegittimamente sottratte dall’originaria dotazione della legge 10/90“, e 40 milioni di euro è l’ammontare dei fondi Poc della legge di stabilità regionale del 2018. “Il risanamento – ribadisce De Luca -, oltre ad essere una delle nostre priorità è anche una guerra di civiltà”.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.