Riscossione Sicilia, il sindacato: "Garantire i lavoratori della società" :ilSicilia.it

l'affondo della uilca

Riscossione Sicilia, il sindacato: “Garantire i lavoratori della società”

di
14 Giugno 2019

“L’obiettivo principale della Uilca, è stato sempre e lo è anche adesso, alla luce dell’ ultima audizione in Commissione Bilancio della Regione Sicilia, quello di garantire il livello occupazionale dei Lavoratori di Riscossione Sicilia”. Lo dichiara Giuseppe Gargano, segretario regionale Uilca Sicilia.

“I lavoratori – aggiunge – non possono pagare sulla propria pelle la situazione economico-finanziaria in cui versa Riscossione Sicilia. Apprendiamo che da parte del presidente di Riscossione Sicilia ci sia la volontà di voler risanare la situazione aziendale cercando di evitare alcuna ipotesi di procedura concorsuale, così come ribadito dal comunicato unitario delle organizzazioni sindacali di Riscossione Sicilia”.

“L’auspicio è che la Regione Sicilia, faccia tesoro del lavoro che sta svolgendo l’attuale Cda – dichiara Enrico Pellegrino storico leader degli esattoriali siciliani – e trovi in tempi brevi una soluzione che tuteli i lavoratori e gli dia la stabilità e la serenità che si meritano”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.