Riserve naturali e Aree protette, all'ARS il ddl di DiventeràBellissima: "Si costituisca l'Agenzia regionale" :ilSicilia.it

La proposta di legge

Riserve naturali e Aree protette, all’ARS il ddl di DiventeràBellissima: “Si costituisca l’Agenzia regionale”

di
9 Giugno 2021

Il riordino della gestione delle riserve naturali siciliane e della Rete “Natura 2000”: è quanto prevede un disegno di legge del gruppo all’Ars di DiventeràBellissima.

Prima firmataria è il presidente della commissione Territorio e Ambiente, Giusi Savarino, che sottolinea: “Questo ddl vede la luce dopo un percorso di analisi serio e minuzioso che mira a promuovere una gestione unitaria e coordinata del sistema delle riserve naturali della Regione Siciliana, dei siti della Rete europea “Natura 2000” e dei geo-siti sul territorio”.

L’obiettivo – prosegue Savarino –  è condividere un sistema di tutela del patrimonio naturalistico oltre che di promozione delle attività di fruizione naturalistica ed educazione ambientale attraverso la costituzione dell’Agenzia Regionale delle Aree Protette e il relativo Piano di gestione, e agevolando l’accesso ai fondi europei disponibili. Le aree naturali protette svolgono l’importante funzione di preservare la natura e si costituiscono come fondamentale strumento al servizio della sostenibilità. Pertanto – conclude-  è nostro dovere tutelare le professionalità cresciute in questi anni, riordinare e salvaguardare un settore cruciale di sviluppo per la Sicilia”.

Il capogruppo Alessandro Aricò sottolinea: “Il territorio siciliano è tra i più ricchi di biodiversità, pertanto il patrimonio naturalistico deve essere sottoposto ad uno speciale sistema di tutela e gestione. L’Agenzia, ente strumentale della Regione Siciliana di diritto pubblico non economico, permetterebbe un’unica governance del sistema delle aree naturali protette regionali inclusi i siti ‘Natura 2000’, razionalizzando al meglio le risorse umane ed economiche”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin