Ritardi e polemiche sul Parco Villa Turrisi: il M5S diffida il Comune di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

L'Area verde in viale Leonardo da Vinci

Ritardi e polemiche sul Parco Villa Turrisi: il M5S diffida il Comune di Palermo

di
19 Agosto 2020

“Il Movimento 5 stelle ha trasmesso una diffida all’amministrazione comunale ed al Sindaco di Palermo per chiedere urgentemente la recinzione di Parco di Villa Turrisi. Lo dichiarano i consiglieri comunale del M5s, Concetta Amella, Rosalia Lo Monaco, e Antonino Randazzo insieme alla consigliera della V Circoscrizione, Simona Di Gesù.

Parco Villa Turrisi dal satelliteEra il lontano 2018, quando l’assessore Marino affermava, che “per consentire l’apertura definitiva del tratto compreso tra viale Leonardo da Vinci e via di Blasi sarebbe stata necessaria la realizzazione di una recinzione che avrebbe diviso la parte pubblica della villa da quella privata, attingendo ai fondi previsti dal Patto per il Sud.

“Tanto per cambiare – scrivono i Cinquestelle – ad onta delle solite ed immancabili promesse dell’amministrazione Orlando, a villa Turrisi non si è vista alcuna recinzione. Le lentezze e le inefficienze di questa giunta fanno si che quella parte di villa Turrisi, che potrebbe essere liberamente fruita dalla cittadinanza, resti del tutto inaccessibile ed insicura. Si tratta dell’ennesimo caso di mala gestione del verde pubblico che si va ad iscrivere in una lista fin troppo lunga di casi (Parco Cassarà, villa Costa, il giardino Mattarella). Di tutto ciò finora non si  è visto nulla coerentemente con il tirare a campare di questa amministrazione. Il M5S si impegnerà pertanto con tutte le sue energie per restituire questo spazio ai cittadini palermitani”. 

Sergio Marino
Sergio Marino

LA REPLICA DELL’ASSESSORE MARINO

“Leggo con stupore la dichiarazione di alcuni consiglieri comunali del M5S che parlano di inattività dell’amministrazione relativamente al Parco Turrisi. O sono male informati o sono in mala fede, visto che dovrebbero sapere che esattamente ciò che chiedono, la perimetrazione dell’area, è il fine delle attività che si stanno svolgendo in questo esatto momento con una ditta che sta individuando le esatte porzioni catastali pubbliche e private, mentre nel frattempo sono stati aperti due cancelli che rendono possibile l’accesso all’area.

Mi auguro che il comunicato dei consiglieri pentastellati non servisse ad accelerare impropriamente attività di recinzione che esporrebbero l’amministrazione a sicuri ricorsi da parte dei privati, vanificando quindi tutto il lavoro già fatto e quello programmato con la Greenway che attraverserà proprio quell’area”.

Lo ha dichiarato l’assessore al Verde, Sergio Marino.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.