Rivoluzione nella Cisl Sicilia: Milazzo lascia la guida del sindacato :ilSicilia.it

su proposta di Annamaria Furlan

Rivoluzione nella Cisl Sicilia: Milazzo lascia la guida del sindacato

di
24 Gennaio 2019

Mimmo Milazzo lascia la guida della Cisl Sicilia per approdare alla vicepresidenza nazionale dell’Inas, il patronato Cisl che conta 704 uffici in Italia e 92 in 21 paesi esteri. Milazzo è stato eletto, su proposta della leader nazionale Cisl, Annamaria Furlan, dal Consiglio generale della confederazione riunitosi a Roma.

A darne notizia è la Cisl. Milazzo sarà al fianco del lombardo Gigi Petteni, presidente, e del ligure Antonio Graniero, anch’egli vicepresidente del patronato. Milazzo era segretario generale della Cisl Sicilia da novembre 2014 ed era stato riconfermato a conclusione dell’ultimo congresso regionale, svoltosi nel maggio 2017.

Il nuovo incarico, con sede a Roma, mette ora in moto la macchina della successione alla guida del sindacato di piazza Castelnuovo. L’avvicendamento sarebbe arrivato tra qualche anno, per la fisiologica scadenza del mandato, ma sarà anticipato. Milazzo, funzionario della ex Provincia di Palermo con laurea in Scienze politiche, ha alle spalle una carriera sindacale ultratrentennale.

Il mandato di numero uno della Cisl Sicilia arrivò dopo aver ricoperto le posizioni di vertice della federazione cislina del pubblico impiego, a livello locale e regionale, e dopo essere stato per sei anni (dal 2008 al 2014) segretario provinciale CISL, a Palermo e per il comprensorio Palermo-Trapani.

All’Inas lavorerà in un istituto che, in stretto raccordo con l’Inps, assiste mediamente 1,7 milioni di persone in Italia e 57 mila all’estero, eseguendo 2,3 milioni di pratiche in Italia e 114 mila oltreconfine, dall’Europa all’Austalia al nord e sud America.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin