22 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.20
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Palermo

Filosofo e analista junghiano

Robert Mercurio: “La vera comprensione passa attraverso il cuore” | VIDEO INTERVISTA

12 febbraio 2019

Guarda la video intervista in alto

Nell’ambito dei seminari di psicologia del profondo, ad apertura dell’anno accademico, il CIPACentro Italiano di Psicologia Analitica – Istituto Meridionale, ha ospitato il dottor Robert Mercurio, filosofo e analista junghiano, sul tema “L’intelligenza del cuore – il contributo di Marie Luise von Franz”.

Partendo da una citazione di Carl Jung, maestro della von Franz , Mercurio nella video intervista spiega il tema dell’incontro, sottolineandone la precipua attualità: “Per capire bastano le statistiche e l’intelletto ma questo ci da soltanto una parte di verità una certa situazione, ma ci vuole anche il sentimento, quindi il cuore deve giocare la sua parte e questo diventa vera comprensione, ovvero la capacità di cogliere la vera soggettività delle persone coinvolte“.

La figura della von Franz, psicolanalista svizzera, traduttrice e ricercatrice, braccio destro di Jung fino alla fine, è fondamentale nella storia e nell’evoluzione del pensiero junghiano, soprattutto nell’ambito delle potenzialità femminili: “Ha dato moltissima importanza all’animus, come un principio di profondità e di intelligenza nella personalità femminile; ha sempre incoraggiato le donne a studiare senza abbandonare la sensibilità femminile, senza entrare nel mondo patriarcale; a livello archetipico ha sottolineato l’importanza dei valori femminili nel mondo come contrappeso all’approccio maschile, eroico e patriarcale“.

La von Franz ha contribuito, inoltre, a rendere la materia junghiana più comprensibile e applicabile nella vita quotidiana, caratteristica del suo approccio femminile, non trascurando mai l’aspetto pratico e vissuto della psicologia.

Mercurio
Robert Mercurio

Nella video intervista Robert Mercurio, che ha avuto il privilegio di formarsi al fianco della von Franz, tratta, in termini comprensibili a tutti, temi complessi come il Sè, “centro divino della psiche che deve essere esplorato tutta la vita“, l’inconscio e gli archetipi, approfondendo quelli che, dal suo punto di vista, corrispondono alla società odierna.

L’archetipo dei due fratelli in conflitto tra di loro – ci dice Mercurio – è significativo in questo momento storico in cui viviamo l’inizio dell’epoca dell’Aquario, passaggio molto importante secondo Jung; l’altro è quello della Grande Madre, io direi la “Grande Madre offesa”, per il modo in cui trattiamo anzi maltrattiamo la Natura“.

Il sogno è una forma di compensazione alla vita vissuta – continua Mercurio – che arriva dal profondo della psiche e permette di ritrovare l’equilibrio che noi tendiamo a perdere; l’inconscio sarebbe quell’aspetto della Natura che si manifesta dentro l’interiorità dell’essere umano e cerca di rimetterci sulla strada giusta per vivere in armonia con gli aspetti spirituali, naturali e materiali della vita“.

A guardare la società odierna, secondo Mercurio infine, la “funzione inferiore” attribuibile alla nostra cultura riguarderebbe il sentimento: “Bisogna aggiungere al vivere quotidiano l’intelligenza del cuore che ci fa raggiungere una consapevolezza che non è solo della testa“.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.