Roccamena, chiamato in giunta Marino. Siederà con Petralia, che una volta ne chiese le dimissioni :ilSicilia.it

il fatto

Roccamena, chiamato in giunta Marino. Siederà con Petralia, che una volta ne chiese le dimissioni

di
27 Novembre 2020

Chissà come si è sentita l’assessore di Roccamena, Sonia Petralia, dopo aver appreso della decisione del sindaco Giuseppe Palmeri di nominare Luca Marino assessore della sua giunta. Tra i due attuali assessori, infatti, non è scorso buon sangue. Nel 2016, in particolare, durante una seduta del consiglio comunale, per usare un eufemismo.

I verbali del consiglio comunale, infatti, raccontano di una seduta in cui si stava esprimendo solidarietà a un giovane vittima destinatario di una intimidazione. Ed è qui che Marino interrompeva bruscamente l’intervento di Petralia in modo discutibile, visto l’oggetto della discussione: “Con riferimento a quanto detto dal vice Sindaco – erano le parole di Petralia – volevo dire che mi aspettavo una risposta all’interrogazione scritta da tanto tempo; mi chiedo dove abbiamo disturbato e se questo è ostruzionismo; voi fate maggioranza, voi fate posizione”. Da quanto emerge dal verbale della seduta, Petralia fu interrotta dalle parole di Marino, che aggiunse “e pure il mafioso!”. A quel punto, Petralia chiese che le parole di Marino fossero messe a verbale.

Ma Petralia non fu l’unica a intervenire. A stigmatizzare la frase di Marino fu anche Monica Bonanno, anche lei consigliere comunale, che chiese l’allontanamento di Marino dall’Aula. Una polemica che sfociò nella richiesta di dimissioni di Marino da parte delle due.

Oggi, quattro anni dopo, come dicevamo Marino è stato chiamato in giunta dal sindaco. Lì dove siede anche Sonia Petralia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin