16 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.07
caronte manchette
caronte manchette

Rosa come i fiori di ciliegio: la nuova Collezione di PuroBio Cosmetics

20 aprile 2018

purobio-cosmetics-makeupCon l’arrivo della nuova stagione non cambia solamente il nostro armadio, ma anche il nostro makeup.

Una pelle leggera e super glowy è senz’altro protagonista. Proprio come i fiori di ciliegio PuroBIO cosmetics nasce nella primavera del 2014, con la voglia di creare prodotti di make-up naturali, biologici e colorati firmati Made in Italy.

In pochissimo tempo il brand diventa il più affermato nel mondo del makeup biologico. Tutti i loro prodotti sono creati con olii e cere vegetali e pigmenti minerali, formule semplici, ideali anche per la pelle molto sensibile, inoltre le loro formule long lasting, specie per i prodotti viso, sono indicate per essere utilizzate anche nelle giornate più calde e umide.

I prodotti non contengono siliconi, petrolati, parabeni, conservanti e coloranti sintetici, profumo e glutine e come previsto dalla legge non sono testati sugli animali.

purobio-cosmetics-makeup-rossetti

La formulazione naturale senza agenti sintetici permette l’utilizzo sicuro anche in gravidanza. Come un fiore di ciliegio, i colori della nuova collezione sono caldi, sofisticati e adatti a tutte le carnagioni, il rosa in tutte le sue varianti ne è protagonista.

La nuova collezione è composta da 2 Nuovi Rossetti Sheer, 2 Nuovi Blush dal Finish Matte, 1 Terra Abbronzante dai toni caldi e aranciati, quest’ultima particolarmente indicata a mio avviso per le carnagioni solari, proprio come quelle di molte donne siciliane.

L’ultimo pezzo della collezione invece è il nuovo illuminante che presenta splendidi riflessi dell’oro rosa, un must indicato anch’esso per le carnagioni medio/scure, tanto abbagliante da illuminare non solo gli zigomi ma anche il lungomare di Mondello o il lido di Cefalù.

Silvia Vittorione
Silvia Vittorione

Il settore beauty è sempre più attento alle esigenze delle consumatrici e – come spiega Silvia Vittorione, brand Relations & Community Manager di PuroBio Cosmetics – «in questa collezione abbiamo voluto esprimere al meglio l’essere donna al giorno d’oggi considerando che il make up è uno step fondamentale nella vita di ognuna, che sia quotidiano o dedicato solo ai momenti “importanti”. Abbiamo preso alcuni nostri best seller, vedi ad esempio il rossetto 2 o il blush 2 che sono stati da sempre tra i preferiti e li abbiamo declinati in nuovi colori, mantenendo inalterate le caratteristiche tanto amate! Gli illuminanti e le terre sono stati rilanciati lo scorso anno con la linea Resplendent e da allora abbiamo accolto tutti i feedback e i pareri al fine di rendere la nostra linea sempre più completa».

I colori caldi sono predominanti già da qualche anno ormai, e presenti anche nella nuova collezione. Un trend intramontabile e che potremmo quindi ritrovare anche nei prossimi lanci? 

«Le scelte cromatiche le facciamo sempre tenendo presenti i trend e le mode ma anche le “regole” del makeup, per cui cerchiamo sempre di offrire varietà di scelta. I colori caldi hanno trovato massima espressione in questa collezione primavera estate, li ritroveremo anche in futuro in modo non esclusivo».

Se dovessi dare un consiglio a noi donne siciliane, specie a tutte coloro che vanno sempre di fretta, consiglieresti di focalizzare l’attenzione sul makeup occhi o sul makeup labbra?

«Dipende molto dall’abitudine e anche dal tratto che la donna vuole enfatizzare, per cui il mio consiglio è di scegliere in base a ciò che si prova! Un rossetto intenso cattura certamente l’attenzione, cosa che però non a tutte le donne fa piacere, per cui bisogna innanzi tutto conoscersi e rispettarsi, seguire il cuore e scegliere ciò che ci fa sentire a nostro agio».

Ringrazio Silvia Vittorione per i preziosi consigli e non ci resta che augurarvi di essere si baciate dal sole senza mai tralasciare un tocco glam.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.