16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.58
Palermo

In scena il 16 dicembre al Teatro Lelio

“Rosa. La cantatrice del Sud”, in scena a Palermo l’omaggio all’arte della Balistreri

3 Dicembre 2017

Rosa “La cantatrice del Sud” è il titolo della pièce musicale per voce recitante e canto che narra la storia di Rosa Balistreri, attraverso i canti della tradizione popolare siciliana e che andrà in scena sabato 16 dicembre, alle 21,15, al Teatro Lelio (via Antonio Furitano, 5/a-Palermo). Biglietto 10 euro.

Gli arrangiamenti e le trascrizioni sono del noto compositore Mario Modestini che per Rosa Balistreri ha composto diverse opere teatrali, tra cui la celeberrima “Ballata del sale”.

Il concerto, esposto in forma cameristica, ha come protagonista l’intensa vocalità di Debora Troìa, accompagnata da Tobia Vaccaro, storico chitarrista della Balistreri, e dalla violoncellista Wanda Modestini.

Lo spettacolo “Rosa- La cantatrice del Sud” esalta la grande artista Rosa Balistreri, una donna che ha coperto la forza del suo essere con un’antica sapienza popolare che le ha restituito la spinta per combattere le avversità della sua tormentata esistenza: dalla vita fatta di stenti nelle campagne siciliane sino agli incontri con i grandi personaggi della cultura del secondo ‘900 italiano: Ignazio Buttitta, Renato Guttuso, Dario Fo e Leonardo Sciascia. Una voce ora forte e possente, leggera e delicata poi, carica di colori, vibrazioni e sfumature che Debora Troìa, accompagnata da uno straordinario Tobia Vaccaro, interpreta magistralmente in un racconto cantato che vuole essere l’occasione per narrare la vita di una donna che non ha mai smesso di lottare per la propria terra e per  i propri sogni.

Debora Troìa è laureata in canto lirico presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo e si è specializzata in canto rinascimentale e barocco. Vincitrice di numerosi concorsi lirici nazionali ed internazionali ha collaborato con la “Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e ha partecipato a due edizioni della “Settimana di musica Sacra” di Monreale, si è esibita presso numerosi teatri, tra cui il Teatro Sociale di Como, il Teatro Dante Alighieri di Ravenna, il Teatro Ponchielli di Cremona e il Teatro Pavarotti di Modena, il Teatro degli Arcimboldi di Milano, allo Steri di Palermo per “Gli Amici della Musica” e alla Valle Templi “Kolymbetra” ad Agrigento.

Info biglietti (€10,00): GUITAR POINT- Via dell’Arsenale, 14- Palermo

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.