Rubava la corrente elettrica per coltivare cannabis indoor, arrestato trentaduenne :ilSicilia.it
Palermo

SUCCEDE NEL PALERMITANO

Rubava la corrente elettrica per coltivare cannabis indoor, arrestato trentaduenne

21 Gennaio 2020

Rubava l’energia elettrica dalla rete pubblica per alimentare una piantagione di cannabis indoor.

Succede a Belmonte Mezzagno, dove i carabinieri della compagnia di Misilmeri, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla commissione dei reati in genere, hanno tratto in arresto un uomo di trentaduenne anni.

I militari nel corso di una perquisizione operata presso l’abitazione del menzionato hanno rinvenuto, nel sottotetto dell’appartamento, un locale adibito a piantagione indoor con circa 80 vasi appena piantati con semi di marijuana in fase di germogliamento.

L’ambiente era dotato di attrezzature necessarie per facilitare la crescita (lampade alogene, climatizzatori, ventilatori) alimentate attraverso un allaccio abusivo alla rete Enel.

L’uomo è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato ed è stato posto ai domiciliari.

Il Gip, presso il Tribunale di Termini Imerese, ha convalidato l’arresto ed ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona