Sabato sera violento a Palermo: maxi rissa a Mondello, due giovani accoltellati | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

INDAGA LA POLIZIA

Sabato sera violento a Palermo: maxi rissa a Mondello, due giovani accoltellati | VIDEO

di
7 Giugno 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Maxi rissa con accoltellamento, la scorsa notte, nella movida palermitana e precisamente nella borgata marinara di Mondello.

Dopo quelle avvenute nei giorni scorsi a Ballarò e allo Sperone, Palermo si riscopre violenta.

Stavolta il fatto è avvenuto a pochi metri dalla piazza di Valdesi, nei pressi della gelateria Latte Pa, dove intorno alla mezzanotte alcuni ragazzi se le sono date di santa ragione.

La rissa sarebbe scoppiata per futili motivi, tra due gruppi di minorenni: il gruppo più numeroso (di una trentina di ragazzi) a quanto pare avrebbe aggredito con caschi, giraviti e perfino coltelli i rivali dell’altro gruppo.

Ad avere la peggio due minorenni, trasportati d’urgenza, uno in codice rosso e l’altro in codice giallo, al pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia. Uno dei ragazzi sembra abbia riportato la perforazione di un polmone, mentre l’altro avrebbe due costole rotte.

La polizia sta indagando per risalire agli autori della rissa con accoltellamento.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.