Sabrina Figuccia (Udc): "Orlando criminalizza chiunque pur di non assumersi le proprie responsabilità" :ilSicilia.it

durante la festa nazionale del partito

Sabrina Figuccia (Udc): “Orlando criminalizza chiunque pur di non assumersi le proprie responsabilità”

16 Settembre 2019

Si è tenuta in questi giorni a Fiuggi la festa dell’Udc dove i diversi esponenti nazionali hanno esposto il loro punto di vista, alla manifestazione è intervenuta Sabrina Figuccia, consigliere comunale a Palermo, che senza giri di parole ha rappresentato anche la situazione critica in cui versa il capoluogo siciliano, commentando l’operato del sindaco Leoluca OrlandoAlla festa nazionale del mio partito, ho portato la mia testimonianza – afferma Sabrina Figuccia che prosegue:”ho detto a gran voce che la forza della ragionevolezza, che appartiene ai moderati, non può e non deve rimanere ostaggio di chi in nome di una sbandierata “responsabilità” continua da anni a fare una becera politica all’insegna dell’inciucio e dell’attaccamento alle poltrone”.

Senza mezzi termini attacca Forza Italia dicendo che “Ha tradito i suoi elettori, come del resto stanno facendo anche altri Partiti, compresi quelli che, mentre urlavano onestà, stringevano patti persino con il diavolo”.

Troppi dinosauri stanno distruggendo l’Italia e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando è uno di questi. Un sindaco pronto a criminalizzare chiunque pur di non assumersi le proprie responsabilità. Basta, non è più tempo di indugiare. Bisogna agire!“, conclude Sabrina Figuccia.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.