Salemi, sospesa la raccolta dell'organico: "Colpa della Regione che litiga sul ddl rifiuti" :ilSicilia.it
Trapani

Stop per lunedì 18 novembre

Salemi, sospesa la raccolta dell’organico: “Colpa della Regione che litiga sul ddl rifiuti”

di
16 Novembre 2019

Salemi ha raggiunto percentuali altissime di raccolta differenziata, in alcuni mesi pari al 76%, ma gli sforzi dei salemitani e dell’Amministrazione comunale in questo momento sono vanificati dalla assoluta inadeguatezza di chi governa la macchina amministrativa regionale”. Lo dice il sindaco di Salemi (TP), Domenico Venuti, spiegando i motivi che lo hanno costretto a sospendere per la prima volta dopo tre anni la raccolta dei rifiuti organici porta a porta per la giornata di lunedì 18 novembre vista l’insufficienza di centri per il conferimento della frazione umida.

Domenico Venuti,
Domenico Venuti

Il governo regionale e la maggioranza litigano su una legge di riforma della governance dei rifiuti che nulla ha a che vedere con la necessità di impianti – aggiunge – e lasciano senza risposte le amministrazioni comunali. A tutto ciò si aggiunge l’assurdo atteggiamento di qualche privato che, pur avendo la possibilità di accogliere la frazione organica, si rifiuta di svolgere il servizio senza fornire valide motivazioni”.

Venuti poi aggiunge: “I salemitani hanno svolto un percorso virtuoso in questi anni e i loro sforzi non possono essere vanificati dall’incapacità di dare risposte e da qualche capriccio inaccettabile ed inquietante. Auspico che nelle prossime ore il dipartimento Rifiuti della Regione, interessato della questione sin dalla giornata di ieri, e chi di competenza portino a termine il loro compito e trovino una soluzione che scongiuri il perdurare di una emergenza gratuita per la quale il Comune di Salemi e i suoi cittadini non hanno alcuna responsabilità. Ringrazio il prefetto – conclude il sindaco di Salemi – per la disponibilità e il prezioso contributo che sta offrendo ancora in queste ore”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.