Salerno: "Corini voleva garanzie per il futuro. Nessuno le può dare" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Il direttore sportivo del Palermo: "Non abbiamo alzato bandiera bianca"

Salerno: “Corini voleva garanzie per il futuro. Nessuno le può dare”

di
24 Gennaio 2017

Questa volta non c’è stato bisogno del licenziamento di Zamparini. Questa volta, dopo aver compreso che non c’era più nulla da fare, è stato Eugenio Corini, il capitano della promozione in A, a dimettersi e a togliere il disturbo. Incomprensioni, dubbi sul futuro, un mercato che non decolla e un possibile indebolimento della rosa: così Eugenio si è dimesso. Non senza polemiche.  Cosa rimane adesso del Palermo calcio? Mille dubbi, la retrocessione a un passo. Tocca a Nicola Salerno, neo direttore sportivo del club tentare di mettere insieme i cocci:”Mi è dispiaciuto per la scelta di Corini, si era instaurato un buon rapporto. Corini è una persona seria, in questi pochi giorni ho visto comunque che ha ottime qualità“. Proprio la settimana scorsa era stato il nero ds a convincere il presidente Maurizio Zamparini a rinnovare la fiducia al tecnico. “Lui avrebbe voluto un lavoro finalizzato anche in prospettiva – ha spiegato – ma in questo momento nessuno può dare garanzie sul futuro. Ci sono altri problemi da risolvere, anche perché non abbiamo ancora alzato bandiera bianma in questo momento nessuno può dare garanzie sul futuroca”. Bisogna adesso mettersi al lavoro per trovare un nuovo tecnico. “Ballardini probabilmente non è convinto della situazione – ha proseguito – Il Palermo ha iniziato male, ma a volte qualche risultato dà la svolta, ricordate col Cagliari la salvezza partita proprio da un match col Napoli. Abbiamo fatto una buona gara con l’Inter, ma c’è stata questa disattenzione difensiva in area, c’era anche un rigore per noi“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.