Salgono a 220 i casi di coronavirus in Italia, terza per contagi dopo Cina e Corea :ilSicilia.it

missione oms nel nostro paese

Salgono a 220 i casi di coronavirus in Italia, terza per contagi dopo Cina e Corea

di
24 Febbraio 2020

Sono salite a più di 220 le persone affette da coronavirus in Italia, dove si conta la sesta vittima. In Lombardia poco meno di 170 le persone contagiate. Nuovi contagi ancora in Veneto, dove il numero di persone colpite dal virus è salito a 27, e in Emilia Romagna, dove i positivi sono 16. Tre in Piemonte. A questi si aggiungono i due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani da settimane.

Insomma, siamo praticamente a una situazione in costante peggioramento, tanto che martedì arriverà in Italia, una missione congiunta dell’Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control) e dell’Organizzazione mondiale della Sanità, per fare il punto della situazione.

Le affermazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte:

Un aumento di contagi che ha lasciato esterrefatto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che domenica aveva dichiarato di essere rimasto sorpreso da questa circostanza. Secondo lo stesso Conte – e anche diversi esperti lo hanno confermato – il numero elevato di persone risultate positive sarebbe da attribuire a un controllo più capillare fatto in Italia su quanti presentano sintomi sospetti.

Una affermazione che, purtroppo, vista al contrario, vuol dire che fino a pochi giorni fa evidentemente i controlli non erano poi così serrati e attenti, dato che diversi pazienti ricoverati con sintomi influenzali in strutture ospedaliere del Nord sono poi risultati positivi al coronavirus. Dunque, il virus era già in Italia, ma solo da pochi giorni si sta tentando di correre ai ripari con verifiche più attente e maggiori restrizioni.

LEGGI ANCHE:

Conte: “Sorpreso dall’esplosione del contagio”. L’infettivologo: “Basta bugie”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin