Salta un giunto nel viadotto, danni alle auto sulla Agrigento-Caltanissetta :ilSicilia.it
Agrigento

Sulla Statale 640

Salta un giunto nel viadotto, danni alle auto sulla Agrigento-Caltanissetta

di
25 Agosto 2019

Numerose auto hanno subito danni ieri sera a causa del movimento di un giunto su un viadotto della statale 640 Agrigento-Caltanissetta, nel territorio comunale di Racalmuto.

Il giunto ha creato un gradino sulla sede stradale e al buio non era visibile. Le auto hanno riportato danni prevalentemente alle gomme e ai cerchioni.

Sul posto sono intervenuti polizia stradale, carabinieri e Anas (che gestisce l’arteria). Gli automobilisti saranno risarciti su richiesta e presentazione dei giustificativi di spesa.

Non si registrano danni a persone. La statale 640 è stata recentemente battezzata la “Strada degli scrittori” perché attraversa luoghi che hanno dato i natali a importanti nomi della letteratura come Leonardo Sciascia e Andrea Camilleri. Un tratto dell’arteria – che presenta numerosi viadotti e doppia corsia – è stato inaugurato nella primavera del 2017.

Sulla vicenda della rottura del giunto l’Anas precisa che «il viadotto “Roveto”, ove si è verificata la parziale disconnessione di un giunto di dilatazione, è aperto al traffico dall’anno 2012. A seguito della segnalazione effettuata dalla polizia stradale, il Contraente Generale “Empedocle scpa“, che ha realizzato l’opera e la ha ancora integralmente in gestione, è prontamente intervenuto disponendo la parzializzazione della carreggiata nel tratto interessato e già a partire da domani provvederà alla riparazione del giunto danneggiato, che è una operazione di ordinaria manutenzione da effettuarsi a carico della Empedocle scpa».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.