Salvati in Cina 160 cuccioli di cani e gatti spediti in scatole chiuse: 13 trovati morti :ilSicilia.it

Continua il fenomeno delle “blind box"

Salvati in Cina 160 cuccioli di cani e gatti spediti in scatole chiuse: 13 trovati morti

di
17 Maggio 2021

In Cina continuano a morire animali domestici tramite le “blind box”.

Durante i lockdown anti-Covid, si è diffusa una nuova moda tra la popolazione cinese: acquistare online una “blind box”. Tale pratica consiste nell’acquistare una scatola contenetene un animale domestico vivo, il quale viene inviato tramite posta.

Purtroppo, molto spesso, questi animali arrivano morti e, nonostante la legge cinese vieti il trasporto di animali vivi, l’acquisto continua e vengono spediti cani, gatti, tartarughe, lucertole e ratti di giovane età.

La scorsa settimana, nella Cina orientale, solo pochi giorni dopo che due compagnie di corriere, a Chengdu nella provincia del Sichuan della Cina sud-occidentale, sono state sequestrate e multate per aver consegnato queste scatole contenenti animali vivi, è stato trovato un altro carico in spedizione da un altro corriere.

IL FATTO

Gli ufficiali di polizia postale di Suzhou nella provincia di Jiangsu, nella Cina orientale, hanno trovato diverse blind box, contenenti animali domestici vivi, in trasferimento.  Di questi 160 cuccioli sono stati recuperati, 13, invece, erano morti. A darne notizia sono state le stesse l’autorità postali locali tramite il loro account ufficiale WeChat.

Queste consegne espresse erano partite dal villaggio Pizhou di Jiangsu per arrivare a Chengdu in 3 giorni dove sono rimasti in deposito.

Oltre a violare le norme nazionali sulla prevenzione delle epidemie animali possono essere associati altri crimini. Secondo le autorità possono essere stati rubati o appartenere a qualche catena industriale illegale per la vendita di carne di gatto e cani.

Sempre secondo le autorità potrebbe essere una nuova forma di marketing che hanno inventato per smerciare gli animali domestici, ma le indagini sono partita da poco.

Gli animali sono stati “smaltiti in sicurezza biologica” e la compagnia di spedizioni è sotto inchiesta.

Iscriviti a “Il regno degli animali” per rimanere aggiornato e inviaci delle segnalazioni su ilregnodeglianimali@ilsicilia.it.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.