"Salviamo il siccagno", al via una campagna di crowdfunding | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

promossa da Ivan Di Forti

“Salviamo il siccagno”, al via una campagna di crowdfunding

di
19 Aprile 2019

Ha preso ufficialmente il via l’iniziativa “Salviamo il Siccagno”, promossa e organizzata da Ivan Di Forti.

“Salviamo il Siccagno” è una campagna di crowdfunding ospitata sulla piattaforma italiana Eppela (https://www.eppela.com/salviamoilpomodorosiccagno), che ha come obiettivo quello di salvaguardare e valorizzare la coltivazione del pomodoro siccagno detto Pizzutello, una varietà speciale prodotta presso la Fattoria Di Gèsu nel territorio di Villalba (CL) e che rappresenta l’unico presidio Slow Food riconosciuto in tutto il mondo.

Il pomodoro siccagno rappresenta un vero e proprio tesoro della Sicilia, infatti, si tratta di un prodotto dalle qualità eccezionali, ricco di vitamina A, vitamina C e antiossidanti.

Oggi, la coltivazione del pomodoro e pizzutello della Valle del Bilìci è messa a rischio dagli alti costi di produzione, e dalle logiche dell’industria di massa, ma attraverso il contributo diretto di ognuno di noi è possibile preservarla.

Infatti, attraverso la campagna “Salviamo il Siccagno“, chiunque, a fronte di una donazione, avrà la possibilità di ricevere una quantità determinata di passata o di salsa di pomodoro siccagno bio, prima ancora che le piante vengano seminate e raccolte. Così facendo, verranno coltivati solamente i pomodori destinati alla preparazione dei sughi e delle passate, ottimizzando le risorse ed eliminando gli sprechi.

Utilizzando un modello di produzione agricola basato sui cicli stagionali naturali e sul monitoraggio dell’intera filiera, l’azienda di trasformazione alimentare Ivan Di Forti sarà in grado di salvaguardare questi gioielli della natura e a tramandarli di generazione in generazione utilizzando per la produzione di salsa e passata esclusivente i pomodori proveniente dal Presidio Slow Food. In questo modo, i consumatori che sosterranno questa iniziativa avranno la garanzia di un prodotto di eccellenza.

Grazie al sostegno di tutti, inoltre, verrà realizzato un sistema di controllo e verifica basato sulla Blockchain  tramite il quale chiunque potrà avere accesso a tutte le informazioni che riguardano i prodotti scelti. Infatti, ogni passaggio produttivo – dalla semina al confezionamento, passando per la raccolta, la selezione e la preparazione dei prodotti finiti – verrà registrato e messo a disposizione dei consumatori, secondo un modello improntato alla trasparenza e accessibile online.

Attraverso il sostegno a questa iniziativa, ognuno di noi potrà proteggere lagenuinità della produzione legata alla tradizione contadina e artigianale, naturale ed ecocompatibile, e contribuirà altresì alla diffusione di questo modello virtuoso anche ad altri piccoli produttori e agricoltori locali.
Accedendo alla piattaforma Eppela (https://www.eppela.com/salviamoilpomodorosiccagno) o visitando direttamente il sito del produttore (www.ivandiforti.bio) sarà possibile partecipare direttamente al crowdfunding tramite i pre-ordini, in questo modo si potrà dare il proprio contributo per promuovere scelte alimentari sane e consapevoli, al fine di tutelare l’economia del nostro territorio e sostenere i piccoli produttori. Inoltre, su ivandiforti.bio sarà possibile accedere alla community dei sostenitori e rimanere aggiornati sulle fase della campagna e su tutte le iniziative per un’alimentazione buona e sana.

Il messaggio che Ivan Di Forti lancia è: «Il pomodoro siccagno è patrimonio comune, salviamolo insieme!».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.