16 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.29

Le tappe previste per il 25 e il 26 aprile

Salvini arriva in Sicilia, tutti gli appuntamenti del leader della Lega

23 Aprile 2019

Il 25 aprile non sarò a sfilare qua o là, fazzoletti rossi, fazzoletti verdi, neri, gialli e bianchi. Vado a Corleone a sostenere le forze dell’ordine nel cuore della Sicilia“. Festa di Liberazione, sì: ma dalla mafia. Il ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini arriva nell’Isola il 25 e il 26 aprile. Prima tappa della due giorni sarà il Comune di Corleone, luogo simbolicamente scelto da Salvini per testimoniare il proprio impegno contro Cosa nostra e il sostegno alle forze dell’ordine.

Dopo questa prima tappa istituzionale, inizierà il tour di Salvini a sostegno dei candidati della Lega o sostenuti dal Carroccio alle elezioni amministrative nei comuni siciliani del 9 giungo. Il 25 aprile, dunque, Salvini a Monreale (alle 16.15, in piazza Guglielmo II), dove la Lega schiera per la corsa alla carica di primo cittadino un suo uomo, Giuseppe Romanotto.

Alle 18, il ministro sarà a Bagheria, dove è candidato alla carica di sindaco Gino Di Stefano, sostenuto anche dal Carroccio. Dunque Salvini si dirigerà verso Caltanissetta, dove alle 21.15, in corso Umberto I è previsto il comizio a sostegno del candidato sindaco della Lega Oscar Aiello.

Il 26 aprile il ministro dell’Interno sarà a Motta Sant’Anastasia per tirare la volata ad Anastasio Carrà, sindaco uscente sostenuto da un’unica lista alla quale ha aderito anche la Lega. Tappa, poi, a Gela, per sostenere Giuseppe Spata. Infine, ultimo appuntamento siciliano per Salvini alle 21, a Mazara del Vallo, in via Sansone, per il comizio con il candidato sindaco leghista Giorgio Randazzo.

LEGGI ANCHE:

Salvini il 25 aprile a Corleone per inaugurare il nuovo commissariato di polizia

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.