18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.48

il leader del carroccio dopo le elezioni

Salvini sui risultati delle comunali in Sicilia: “Orgoglioso della fiducia di tanti cittadini”

13 Maggio 2019

All’indomani dei ballottaggi per le Amministrative in Sicilia del 12 maggio, arriva il plauso del leader della Lega Matteo Salvini:Ringrazio gli amici Randazzo di Mazara del Vallo e Spata di Gela – scrive in una nota – che si sono battuti come leoni al ballottaggio e che, insieme ad altre decine di consiglieri comunali leghisti, lavoreranno da oggi per il bene dei Siciliani”.

“Sono orgoglioso della fiducia che tanti cittadini ci stanno dando per la prima volta, e non vedo l’ora che arrivi il 26 maggio per portare a Bruxelles il primo Parlamentare Europeo Siciliano eletto con la Lega, per difendere un’isola tradita in passato da troppi politici eletti e poi spariti”.

A fargli da eco Igor Gelarda, capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Palermo e responsabile regionale enti locali: “In Sicilia – dice –  ci siamo battuti con onore, ottenendo ottimi risultati nelle città chiamate al voto per eleggere i sindaci, a dimostrazione che la Lega è una realtà solida e affidabile anche nell’Isola”.

“Un grazie in particolare va rivolto a Giorgio Randazzo, a Mazara, e a Giuseppe Spata, a Gela, ma soprattutto ai cittadini siciliani che stanno sostenendo con sempre maggiore fiducia il progetto di cambiamento dell’Italia di Matteo Salvini”.

“Una rivoluzione del buon senso – conclude Gelarda – da sostenere anche alle elezioni europee del 26 maggio, dove i siciliani chiamati alle urne potranno cambiare questa Europa delle banche e della finanza che sta impoverendo i popoli”.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.