Sami Ben Abdelaali, l'ex consulente di Crocetta eletto al parlamento tunisino :ilSicilia.it

sARà DEPUTATO NEL PAESE NORDAFRICANO

Sami Ben Abdelaali, l’ex consulente di Crocetta eletto al parlamento tunisino | VIDEO INTERVISTA

di
10 Ottobre 2019

 

Guarda la video intervista in alto

E’ stato consulente “per le relazioni con i Paesi del Mediterraneo, Africa e Mondo Arabo” dell’allora governatore della Sicilia Rosario Crocetta che lo ha anche fortemente voluto alla guida dell’Ircac, l’Istituto regionale per il credito alla Cooperazione. Queste sono solo due degli importanti incarichi ricoperti in Sicilia. Adesso, dopo una carriera passata tra gli uffici del consolato tunisino a Palermo e quelli della Regione siciliana, Sami Ben Abdelaali approda al Parlamento tunisino.

E’ infatti uno dei tre deputati eletti nelle liste dei tunisini all’estero; si è piazzato al secondo posto, candidandosi con la lista indipendente “Koulna Tounes” (Siamo tutti tunisini).

Residente da diversi anni a Palermo, sposato con una donna siciliana titolare di un’agenzia di viaggi, per un breve periodo anche direttore generale della compagnia di autonoleggio “Sicily by car”, Sami Ben Adelaali è sempre stato un personaggio al centro di roventi polemiche, in particolare in occasione della sua nomina al vertice dell’Ircac, contestata da alcune forze politiche. La nomina del candidato sponsorizzato da Crocetta non era stata poi confermata dalla giunta del governatore Nello Musumeci, che ha commissariato l’ente, avviando la fusione con la Crias, la Cassa regionale per il credito agli artigiani.

Ho conosciuto Crocetta, molti anni fa a Gela quando l’ex governatore era assessore ai beni culturali della città. Lui già frequentava il mio paese. A seguito della sua nomina come Presidente della Regione Siciliana mi ha chiamato come persona di fiducia. Nel bene o nel male Rosario Crocetta è amico mio“, afferma durante l’intervista a ilSicilia.it

Il ballottaggio per le elezioni presidenziali tunisine si terrà il 13 ottobre. Lo ha annunciato il presidente della Commissione superiore indipendente per le elezioni (Isie), Nabil Baffoun. A sfidarsi al secondo turno saranno il giurista conservatore Kais Saied, indipendente, che al primo turno ha totalizzato il 18,4% dei voti, e il magnate populista Nabil Karoui, in carcere dal 23 agosto scorso con le accuse di riciclaggio e per evasione fiscale e riciclaggio di denaro, che ha ottenuto il 15,5% delle preferenze.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin