San Benedetto il Moro dipinto sulla parete di una chiesa cinquecentesca a Palermo: scoppia la polemica sui social :ilSicilia.it
Palermo

Si tratta dell'edificio del SS. Crocifisso all'Albergheria

San Benedetto il Moro dipinto sulla parete di una chiesa cinquecentesca a Palermo: scoppia la polemica sui social

di
12 Giugno 2018

PALERMO – Scoppia la polemica sui social, per un’opera realizzata da Igor Scalisi Palminteri, dal forte valore sociale se messa in relazione al quartiere in cui è stata realizzata, ossia l’Albergheria, luogo dai forti contrasti e criticità, dove vi è un notevole lavoro delle associazioni sulle differenti realtà presenti.

Ma in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, Mauro Alessi, pone una riflessione, sul posto in cui è stato realizzato il dipinto: “Sono rimasto perplesso per lungo tempo per il supporto su cui è stata realizzata l’opera, il rudere della chiesa cinquecentesca del SS. Crocifisso all’Albergheria, crollata non durante i bombardamenti del secondo conflitto mondiale, ma a seguito del crollo accidentale del prospetto dell’adiacente Ospedale S. Saverio, durante il cantiere per la realizzazione dell’attuale residenza universitaria“.

murales-san-benedetto-il-moro-palermoIl murales  – continua Mauro Alessi –  è stato realizzato, per la sua metà in verticale, sui blocchi antichi cinquecenteschi del Santuario che da questo punto si sviluppa con un ampio brano architettonico alla destra dell’opera“.

Secondo Alessi l’artista avrebbe potuto realizzare e applicare la sua arte su un altro tipo di supporto e non su uno “vincolato architettonicamente e storicamente dal Codice dei Beni Culturali il D.Lgs. 42/2004″.

Di monumenti abbandonati e degradati ne abbiamo un’infinità a ed anche con ampie pareti vuote, ma non dovrebbe passare il messaggio che per riqualificare territorialmente, qualsiasi artista potrebbe riappropriarsi di questi ruderi abbandonati e non valorizzati per la realizzazione delle proprie opere dal momento che spesso costituiscono importanti identità storiche“.

Tra il murales di Falcone e Borsellino alla Cala e questo dell’Albergheria, vi è l’enorme differenza del supporto e non credo che la collettività e la comunità scientifica accetterebbe un murales sull’Uscibene, sul Mastio del Castellammare, nel prospetto dell’Istituto delle Croci o di palazzo Cefalà in via Alloro“.

facebookMi auguro pertanto  – conclude nel post Mauro Alessi – che l’artista a fronte dell’indubbio valore sociale e artistico di quest’opera acquisisca la consapevolezza dell’importanza dei supporti storici architettonici e che li rispetti nonostante avrei preferito che l’artista non dichiarasse pubblicamente che <<quando abbiamo scelto il muro ho tenuto in considerazione che una porzione della pittura sarebbe stata realizzata su dei conci antichi ma ho creduto che quello che stavo facendo avesse la priorità. Mi prendo le mie responsabilità. Ho scelto “il sabato per l’uomo e non l’uomo per il sabato” “.

Questo episodio, ha diviso il popolo Facebook, infatti, c’è chi sostiene che questo è un modo per ridare vita a un quartiere degradato, c’è chi, invece, come Mauro Alessi, vorrebbe che si sensibilizzassero le autorità competenti al fine di tutelare, e soprattutto recuperare, per valorizzare i beni culturali di cui la nostra città è ricca.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin