Sanità: Amato riconfermato presidente dell'Ordine dei medici a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

l'annuncio

Sanità: Amato riconfermato presidente dell’Ordine dei medici a Palermo

di
30 Settembre 2020

Il nuovo consiglio direttivo dell’ordine dei medici e odontoiatri della provincia di Palermo ha assegnato ieri le nuove cariche.

Confermati i vertici uscenti, con Toti Amato presidente, Giovanni Merlino vicepresidente, Silvana Muscarella segretario. Mario Marrone è invece il nuovo tesoriere e neo eletto alla presidenza della commissione albo odontoiatri. Componenti del consiglio direttivo, oltre ad Amato, Merlino, Muscarella e Marrone sono: Enrico Alagna, Giuseppe Davide Albano, Salvatore Coppola, Angelo Di Salvo, Luigi Galvano, Antonio Iacono, Rosario Leone, Antonio Nicosia, Giorgio Picone , Silvia Cesarina Radosti, Patrizia Toia, Luigi Tramonte ed Emanuele Cusimano, membro di diritto.

Durante l’incontro sono state ribadite tutte le criticità della sanità, vecchie e nuove, legate all’emergenza Covid, ai migranti, alle disuguaglianze, alla medicina legale e alla deontologia medica, ai problemi legati ai medici dipendenti ospedalieri, agli specialisti ambulatoriali e ai rapporti con l’Università.

Tutti interventi che l’ordine intende affrontare attraverso commissioni tematiche istituite ad hoc che vedranno impegnati anche con il ruolo di coordinatori i neo eletti Enrico Alagna, Giuseppe Davide Albano, Antonio Nicosia, Giovanni Raineri e Patrizia Toia.

Toti Amato ha ringraziato tutti i colleghi che negli anni hanno apprezzato il lavoro del Consiglio “sostenendo il terreno comune dei valori imprescindibili della professione medica, sempre compatti nella consapevolezza delle criticità di un sistema sanitario tormentato dalla carenza di risorse e da problemi strutturali e organizzativi. Autonomia e liberta’ di cura e tutti gli altri appelli rivendicati ma senza risposta continueranno ad essere al centro dell’impegno del nuovo Consiglio“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin