Sanità, cooperazione tra ospedali salva la vita ad una donna a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

l'intervento

Sanità, cooperazione tra ospedali salva la vita ad una donna a Palermo

di
10 Aprile 2021

Una donna di 28 anni in gravidanza, alla ventottesima settimana, ricoverata d’urgenza, nel reparto di ginecologia dell’ospedale Buccheri La Ferla di Palermo, a causa di alcune complicanze placentari, ha avuto salvata la vita grazie all’intervento di una équipe di medici di diversi ospedali palermitani.

È stata l’intuizione di Angelo Ferrantelli, dell’unità di nefrologia con trapianto dell’Arnas Civico e specialista di malattie rare, a ipotizzare, in relazione alle condizioni cliniche ed ai dati di laboratorio, una rara malattia, la Sindrome emolitico-uremica (‘SEU-atipica’) con un’incidenza di 1-2 casi ogni 5milioni di abitanti.

La donna – spiega Ferrantelli – era arrivata al Buccheri La Ferla in gravissime condizioni, con rischio elevato per la vita, ed è stata subito assistita in rianimazione per l’insufficienza multiorgano con necessità di trattamento emodialitico. I colleghi Luciano Calderone, direttore della rianimazione, Maria Rosa D’ Anna, direttore della ginecologia, per l’aggravarsi delle condizioni cliniche della giovane paziente hanno chiesto la collaborazione plurispecialistica e da qui è iniziato il percorso che ha portato a salvare la vita alla signora, che purtroppo però ha perso la bambina“.

Le analisi sono state eseguite nei laboratori del Policlinico da Silvana Vitale, responsabile del laboratorio emostasi del servizio di medicina di laboratorio del Policlinico. A questo punto, Paolo Amari, dirigente della farmacia dell’Arnas Civico e Silvana Bavetta, dirigente della farmacia dell’ospedale dei Bambini si sono adoperati per trovare velocemente il farmaco salvavita Eculizumab, che per il suo elevato costo è di difficile reperibilità.

Quanto è stato fatto si deve alla grande cooperazione di tutti gli specialisti coinvolti che hanno collaborato per salvare la vita della paziente bypassando la burocrazia e, talvolta, i limiti di comunicazione fra le stesse aziende sanitarie – spiega Ferrantelli – E’ un successo della sanità siciliana degli ospedali chiamati in causa. Ringrazio in particolare Giulia Mineo, della rianimazione del Buccheri La Ferla, il direttore generale dell’Arnas Civico Roberto Colletti e il direttore sanitario Salvatore Requirez, che hanno permesso la realizzazione di questa rete sanitaria virtuosa“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.