Sanità, Fava: "Basta commissari in Asp, servono nomine dei dirigenti" :ilSicilia.it

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE REGIONALE ANTIMAFIA

Sanità, Fava: “Basta commissari in Asp, servono nomine dei dirigenti”

di
25 Maggio 2020

Dopo le miserie che l’inchiesta palermitana sulla sanità ci ha regalato nei giorni scorsi, nessuna furbizia politica è più tollerabile“.

A dichiararlo è il presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava. Il riferimento è all’operazione “Sorella Sanità“, un terremoto scaturito dal blitz della guardia di finanza che ha eseguito – su disposizione del gip del tribunale di Palermo – 12 misure cautelari, sequestrato 7 società con sede in Sicilia e Lombardia e altri 160 mila euro di tangenti che sarebbero state già pagate.

I commissariamenti in atto nelle Aziende sanitarie vanno risolti nominando, secondo procedure trasparenti, direttori e dirigenti. Sostituire un commissario con un altro, come si pensa di fare con la ASL di Agrigento, magari sperando di trarne utilità in vista delle future amministrative, è inaccettabile“, chiosa Claudio Fava.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.