Sanità, l'assessore Razza inaugura la Rsa rinnovata di Randazzo :ilSicilia.it
Catania

dopo gli ampi interventi di rifunzionalizzazione

Sanità, l’assessore Razza inaugura la Rsa rinnovata di Randazzo

di
22 Luglio 2021

La Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) di Randazzo è stata oggetto di ampi interventi di rifunzionalizzazione che hanno consentito di migliorarne standard assistenziali, comfort alberghieri e livelli di sicurezza non solo della nuova struttura, ma dell’intero presidio, dove sono allocati gli ambulatori del Distretto di Bronte.

Sarà inaugurata domani alla presenza dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza e dell’assessore regionale al Lavoro Antonio Scavone dopo un incontro in municipio in programma alle 10 nel corso del quale sarà illustrata la rete dei servizi socio-sanitari attiva sul territorio. A partire dal pomeriggio vi saranno ricoverati i primi utenti.

La Rsa di Randazzo è una struttura pubblica, dotata di 20 posti letto per ospitare pazienti che, dopo un ricovero ospedaliero per una patologia ‘acuta’ necessitano di prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e di recupero riabilitativo. Vi prestano servizio due medici, otto infermieri, due fisioterapisti, un assistente sociale e cinque operatori socio sanitari.

Sul fronte dei servizi sanitari, nell’ottica del potenziamento della rete ambulatoriale del Distretto Sanitario di Bronte, presso il Comune di Randazzo nel corso dell’ultimo anno la Direzione dell’Asp di Catania ha attivato molti servizi ambulatoriali. L’offerta sanitaria del territorio è stata potenziata a Randazzo con la dotazione di importanti apparecchiature per gli ambulatori di neurologia, otorino, chirurgia (di prossima attivazione), dermatologia e diabetologia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin