Sanità, Razza: "Per liste attesa abbiamo chiesto fondi a Roma" :ilSicilia.it
Caltanissetta

la dichiarazione

Sanità, Razza: “Per liste attesa abbiamo chiesto fondi a Roma”

di
12 Novembre 2021

Per quanto riguarda le liste d’attesa abbiamo chiesto un investimento maggiore al governo nazionale perché si possano coinvolgere anche le strutture accreditate. E’ necessario però individuare un finanziamento specifico che sia certamente di livello superiore rispetto a quello ad oggi previsto“. Lo ha detto l’assessore Ruggero Razza a Caltanissetta per l’inaugurazione dell’area parto dell’ospedale Sant’Elia.

Il cammino della finanziaria nazionale in Parlamento vede su impulso del ministro Speranza tante significative novità dal punto di vista degli investimenti per la salute pubblica, certamente riuscire ad ottenere maggiori risorse per lo smaltimento delle liste d’attesa penso sia indispensabile perché ci sono sempre quei 21 mesi di prima in cui si sono paralizzate molte attività“, ha aggiunto.

“Gli ospedali sono tutti in cantiere. Il livello di arretratezza dell’edilizia sanitaria siciliana era conosciuta prima di tutto dagli utenti. Adesso siamo ad un buon punto però ancora abbiamo tante cose da fare. A Caltanissetta in particolare ci saranno ulteriori interventi che riguarderanno non solo il capoluogo ma anche la città di Gela dove si sta lavorando, Mazzarino dove c’è un progetto importante, e San Cataldo dove si sta lavorando al polo oncologico”. afferma, Ruggero Razza, che ha anticipato che le inaugurazioni di altri reparti continueranno in questi giorni a Catania e in altri posti della Sicilia.

“E’ un programma che ha bisogno dei tempi necessari, il coronavirus ha creato qualche difficoltà ma si procede a ritmo serrato. Siamo al 21esimo mese dall’inizio del coronavirus, quindi riuscire a mantenere una tabella di marcia, nonostante un’emergenza planetaria, penso sia un risultato apprezzabile”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.